,,

Chiavari, ucciso Orazio Pino, orefice. Fu ex pentito di mafia

Un uomo, di nome Pino Orazio, è stato freddato da un colpo di pistola mentre recuperava l'auto in un parcheggio

Era stato collaboratore di giustizia, molti anni fa, Orazio Pino, 70 anni, l’uomo trovato ucciso con un colpo di pistola nel parcheggio di un supermercato a Chiavari, in provincia di Genova. Attualmente, l’uomo gestiva un’oreficeria con la figlia, nel centro della città ligure.

Freddato da un colpo di pistola alla nuca

Secondo quanto riferisce il Secolo XIX, l’allarme è stato lanciato ieri sera da un uomo, che ha visto il corpo di Orazio a terra nel silos in corso Dante, a poca distanza dalla sua auto. La ferita mortale, riscontrata dal medico legale, sarebbe alla nuca e il foro piccolo farebbe pensare che a provocarla sia stata una pistola di piccolo calibro. Qualcosa di più emergerà dall’autopsia, disposta dal magistrato: il corpo è già stato portato all’obitorio dell’ospedale San Martino di Genova.

Indagano gli uomini della squadra mobile di Genova, che, sempre stando al Secolo XIX, nell’edizione on line, stanno acquisendo le immagini delle telecamere di videosorveglianza e valutano diverse ipotesi come movente del delitto.

Chi era Orazio Pino

Orazio Pino era uno dei più importanti collaboratori di giustizia che aveva contribuito alle indagini sulla guerra di mafia a Catania negli anni Novanta. ANSA riferisce che era stato autore di decine di agguati. Il suo nome figura negli atti giudiziari come affiliato alla famiglia mafiosa di Giuseppe Pulvirenti. Seguiva le direttive del boss e ricopriva il ruolo di capo della “squadra” di Misterbianco. Orazio Pino era legato anche al clan di Nitto Santapaola, per il quale si sarebbe occupato anche delle epurazioni interne.

Nel 2009 era uscito dal programma di protezione. Aveva concordato una “liquidazione” economica da investire nella gioielleria, che gestiva insieme alla moglie e le due figlie.

VirgilioNotizie | 24-04-2019 11:16

squadra-mobile Fonte foto: ANSA
,,,,,,,