,,

Chi è Giampiero Massolo, che molti vedono premier M5S-Lega

Il nome di Massolo è stato indicato dai principali giornali come uno dei possibili premier "terzi"

Il dialogo tra M5S e Lega per la formazione del nuovo governo passa anche attraverso l’individuazione di un premier “terzo” rispetto ai due schieramenti. Una figura autorevole che possa guidare il paese in un momento delicatissimo come questo. Un uomo (o una donna) capace, esperto, pulito, credibile e presentabile nei contesti internazionali. Per ora nessuno tra Di Maio e Salvini si è sbilanciato e ha fatto nomi.

Tuttavia gli organi di stampa hanno iniziato a fare ipotesi e ha indicare personaggi istituzionali ma non troppo, legati al Palazzo ma non troppo e non troppo colorati politicamente. Il nome nuovo di queste ore è quello di Giampiero Massolo, su cui molti addetti ai lavori ripongono speranze. Il rischio che si tratti di un nome sparato lì tanto per poi bruciarlo e che si tratti solo di una copertura di qualcuno di più noto c’è ovviamente. Tuttavia vale la pena spendere due parole su Massolo, probabilmente ignoto ai più.

Di mestiere fa il diplomatico, è nato 63 anni fa a Varsavia, e già in passato era stato indicato come papabile a fare il ministro con Mario Monti. In questi giorni risulta tra i più attivi nel fare da mediatore tra i M5S e Lega. Il Corriere della sera ricorda la sua escalation: l’arrivo a Palazzo Chigi nel 1990 nell’ufficio diplomatico con Giulio Andreotti presidente del Consiglio; poi consigliere diplomatico di Lamberto Dini e in seguito capo della segreteria particolare del capo del governo quando il premier era Berlusconi.

Nel suo curriculum anche il ruolo di ambasciatore di rango e poi di segretario generale della Farnesina durante il secondo governo Prodi, quando il ministro degli esteri era Massimo D’Alema. E poi ancora ruoli importanti nei rapporti con la Santa Sede e la Ue. All’interno della Farnesina è stato vicesegretario generale (2000-2004), direttore degli affari politici, capo di gabinetto del ministro, direttore generale del personale, e ha concluso come Segretario generale, il funzionario di grado più alto. Dopo l’impegno alla Farnesina è andato alla direzione del Dis (Dipartimento delle informazioni per la sicurezza) in sostituzione di Gianni De Gennaro. A capo degli 007 è rimasto per quasi quattro anni, prima di diventare presidente dell’Ispi, l’Istituto per gli studi di politica internazionale, e poi di Fincantieri (dal 2015).

VIRGILIO NOTIZIE | 11-05-2018 13:30

Toto-Governo.Belloni in pole,sale Rossi a Tesoro Fonte foto: ANSA

TAG:

,,,,,,,