,,

Cassazione, vittima di stupro: l'aspetto fisico non conta

Accusati di stupro erano stati assolti: sentenza annullata, le motivazioni della Suprema Corte

L’aspetto fisico di una donna che dichiari di essere stata stuprata è del tutto “irrilevante” nel valutare la credibilità della sua denuncia. Come riporta l’Ansa, lo hanno scritto i giudici della Corte di Cassazione nel dispositivo della sentenza depositata martedì dell’anullamento dell’assoluzione di due giovani di origine peruviana accusati di aver violentato una connazionale in un parco di Ancona, la notte del 9 marzo 2015.

I due ragazzi erano stati condannati in primo grado a 5 e 3 anni di reclusione, uno per la violenza materiale, l’altro per aver fatto da palo. Nel novembre 2017 la Corte d’Appello di Ancona li aveva poi assolti. Quel verdetto aveva fatto molto discutere perché i giudici (tre donne) avevano fatto riferimento nella sentenza alla mascolinità della ragazza, definita una “scaltra peruviana” per minarne l’attendibilità.

Il legale della giovane peruviana, nel frattempo rientrata in Sud America, e il procuratore generale di Ancona, Sergio Sottani, avevano fatto ricorso, accolto lo scorso marzo dalla Cassazione, che ha annullato il giudizio di secondo grado e disposto un nuovo processo d’appello che verrà celebrato a Perugia. Secondo la Cassazione i giudici della Corte d’Appello si sono basati su una “incondizionata accettazione” del racconto reso dagli imputati senza il necessario “supporto probatorio” e senza alcun “serio raffronto critico” con la sentenza di condanna emessa nel primo grado.

VirgilioNotizie | 09-04-2019 23:05

cassazione Fonte foto: Ansa
,,,,,,,