,,

Cassazione: "Se il feto muore è omicidio". Condannata ostetrica

La Cassazione ha confermato la condanna per omicidio colposo nei confronti di un'ostetrica negligente

La Cassazione ha confermato la condanna per omicidio colposo a un anno e nove mesi di reclusione, nei confronti di una ostetrica che durante il travaglio di una partoriente ha provocato la morte del nascituro. Secondo quanto riporta Tgcom24, la sentenza è stata emanata nell’ambito dell’ampliamento della tutela dei diritti della persona, “estesa fino all’embrione”.

La negligenza dell’ostetrica va quindi inquadrata nel campo dell’omicidio colposo e non dell’aborto corposo. La Cassazione ha sottolineato che “la tutela della vita non può soffrire lacune”, pertanto le normative che regolano i diritti delle persone devono applicarsi anche ai nascituri.

L’ostetrica, durante il parto, avrebbe rassicurato il ginecologo che il feto era in salute. Invece, nel momento della nascita, il bambino è venuto alla luce privo di vita. I periti hanno stabilito che il peggioramento delle condizioni del bambino si era protratto per almeno mezzora; se il monitoraggio fosse stato eseguito correttamente, il bimbo sarebbe potuto nascere con un parto cesareo.

VIRGILIO NOTIZIE | 20-06-2019 17:44

ostetrica Fonte foto: ANSA
,,,,,,,