,,

Caso Siri. Matteo Salvini contro la Raggi: "Indagata da anni"

Dura la reazione del vicepremier alla revoca del sottosegretario leghista decisa nel CdM. Luigi Di Maio si è detto invece orgoglioso della decisione

Poche ore dopo il Consiglio dei Ministri in cui si è deciso per la revoca del sottosegretario Armando Siri, gli esponenti del Governo hanno lasciato le proprie dichiarazioni alla stampa.

Matteo Salvini: “Ci sono colpe di serie A e B”

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, rispondendo ai cronisti, si è espresso sulla decisione di Giuseppe Conte, attaccando ancora la sindaca di Roma, indagata da anni. Si legge su ANSA:

“Prendo atto del fatto che Virginia Raggi è indagata da anni ed è al suo posto. Permettetemi di non rispondervi altro. Di fronte al problema della droga e di ragazzi che stanno morendo, posso permettermi di fregarmene di queste cose piccole, piccole? I nostri candidati sono specchiati. Se ci sono colpe di serie A e colpe di serie B, sindaci di serie A e sindaci di serie B, presunti colpevoli di serie A e di serie B…. a casa mia se uno vale uno, inchiesta vale inchiesta”.

Il vicepremier ha poi fatto riferimento al caso Fontana.

“Però a questo punto smettiamo di fare politica: io faccio politica dal 1993 in consiglio comunale e ho sostenuto migliaia di emendamenti, di proposte di legge, di ordini del giorno, ho incontrato migliaia di imprenditori, di associazioni, di tutto: se dobbiamo chiudere le porte dei sindaci, dei ministeri, basta. Le scelte le prendano direttamente in altri palazzi e io torno alla mia professione. Non abbiamo nessun problema, la questione morale riguarda gli altri. Mi dispiace che qualcuno si stia sporcando la bocca su Attilio Fontana”.

Luigi Di Maio: “Un segnale di discontinuità”

Anche Luigi Di Maio ha rilasciato un commento, riportato dall’Agenzia. Il ministro del Lavoro si è detto orgoglioso della decisione, ribadendo che sarebbe stata presa in accordo con tutti gli esponenti del Governo.

“In una giornata come quella di oggi in cui l’Italia è scossa da inchieste su temi che riguardano la cosa pubblica, per me è altrettanto importante che il Governo oggi abbia dato un segnale di discontinuità rispetto al passato. Grazie a quello che abbiamo proposto come Movimento 5 Stelle, il Consiglio dei ministri ha deciso di avviare la procedura di revoca dell’incarico di sottosegretario. Quando si parla di inchiesta di corruzione e mafia, la politica deve agire prima della giustizia. Per me è un grande orgoglio di fare parte di questo governo e della decisione presa da tutti quanti insieme”.

Giuseppe Conte: “Governo ha preso la decisione più giusta”

Giuseppe Conte, riporta ANSA, arrivando alla Sinagoga, ha parlato di una discussione onesta, a cui è seguita una decisione giusta.

“Ci sarà un decreto per la revoca di Armando Siri. Dal Consiglio dei Ministri, dopo una discussione franca e non banale, c’è stata piena fiducia sul mio operato e il governo ha preso la decisione più giusta. Andiamo avanti con la fiducia dei cittadini, consapevoli che senza questo fattore non potremmo mai sentirci il governo del cambiamento”.

VirgilioNotizie | 08-05-2019 16:57

salvini-siri-raggi Fonte foto: ANSA
,,,,,,,