,,

Caserta: sorelline picchiate e senza cibo, arrestati i genitori

Di tre anni e sei mesi, i genitori le picchiavano anche perché piangevano

Due genitori di Bellona, nel Casertano, di 35 e 32 anni, sono finiti in carcere su ordine del Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere con l’accusa di aver maltrattato, picchiato e lasciato senza cibo le loro due figlie, la più grande di tre anni e la piccola di appena sei mesi. Lo riferisce l’Ansa.

L’indagine era partita nel gennaio scorso quando la neonata è finita all’ospedale di Caserta, dove i medici hanno scoperto i traumi e le fratture agli arti, provocate, da quanto è emerso, da un eccessivo e violento scuotimento cui la bimba è stata sottoposta solo perché piangeva. Le indagini della Procura e della Squadra Mobile di Caserta hanno permesso di ricostruire le violenze subite dalle due sorelline, legate anche allo stato di grave indigenza dei genitori.

Decisivo ai fini dell’inchiesta il racconto della bambina più grande che ha confidato a una maestra dell’asilo le violenze cui veniva sottoposta insieme alla sorellina. Racconto che la docente ha prontamente riferito alla polizia. Dalle indagini è inoltre emerso che in molti tra parenti e vicini della coppia sapevano o sospettavano delle violenze, ma nessuno ha mai denunciato i fatti.

 

 

VirgilioNotizie | 30-04-2019 13:00

polizia Fonte foto: Ansa
,,,,,,,