,,

Casapound, occupano edificio in centro: danno da 4,6 milioni

A pagare saranno 9 dirigenti dell’Agenzia del Demanio e del Miur, accusati d'inerzia.

L’occupazione di Casapound del palazzo in via Napoleone III, nel quartiere Esquilino a Roma, sarebbe costato allo Stato un totale di 4 milioni e 600 mila euro. Lo riporta “Il Fatto Quotidiano”.

Questo è quanto ha calcolato la Corte dei conti di Roma alla fine delle indagini sull’immobile, sequestrato da Casapound per 15 anni. L’accusa è di “omessa disponibilità del bene e mancata riscossione dei canoni”. Il danno però non verrà coperto dall’associazione di estrema destra, bensì da nove dirigenti dell’Agenzia del Demanio e del Miur, che sarebbero i reali proprietario dell’edificio.

Secondo quanto dicono i magistrati, i nove imputati sarebbero colpevoli di “non aver agito in via di autotutela amministrativa”, di “non aver coltivato le azioni civilistiche volte alla restituzione del bene e al risarcimento dei danni” e infine di “non aver richiesto l’indennità di occupazione sine titulo agli occupanti”.

Il Pd accusa Matteo Salvini: “Non continui a fare orecchie da mercante su Casapound”, dichiara Stefano Pedica. “Che aspetta a far sgomberare l’immobile di via Napoleone III, a Roma, occupato abusivamente dall’associazione neofascista? Non gli basta aver appreso dalla Corte dei Conti che il danno erariale ammonta a 4,6 milioni di euro?”.

Contrario anche il Sottosegretario agli Affari regionali Stefano Buffagni, del M5S, secondo cui questi 15 anni “hanno comportato mancate entrate per lo Stato di milioni di euro che potevano e possono servire per aiutare le famiglie italianegli imprenditori“.

VIRGILIO NOTIZIE | 17-06-2019 23:08

casapound-danno Fonte foto: Ansa
,,,,,,,