,,

Casal Bruciato, papà rom: "Mia figlia non dorme"

La testimonianza del capofamiglia, i rom potrebbero lasciare il quartiere romano

È ancora sotto choc la famiglia rom oggetto di aspre contestazioni da parte dei militanti di Casapound durante l’assegnazione di un alloggio popolare nel quartiere di Casal Bruciato a Roma. “Oggi va meglio, stamattina sono uscito a fare colazione al bar ma non so dopo come andrà, vedremo nei prossimi giorni. Ho aspettato tanto tempo per questa casa e devo rimanere qui”, ha detto, come riporta Ansa, Imer Omerovic, capofamiglia del nucleo di 14 nomadi bosniaci assegnatario della casa popolare contestata.

“Siamo molto preoccupati – ha aggiunto – mia figlia di 3 anni non dorme da quattro giorni, si sveglia continuamente. L’altra di 9 anni ha avuto il panico”. Imer ha raccontato che vive a Roma da 30 anni: “Pulisco cantine, faccio il mercatino a Boccea, vendo e compro auto”. “Mia figlia non mangia da due giorni”, a causa dello spavento, “e non posso curarla”, per paura di uscire di casa, ha aggiunto la madre.

Nel frattempo, tuttavia, la famiglia rom starebbe pensando di lasciare Casal Bruciato, come riferisce Il Corriere della Sera. Gli Omerovic sarebbero chiusi in casa da tre giorni, ma potrebbero andarsene presto. “Non diciamo niente, ma qui non possiamo vivere, andremo via. Stiamo solo decidendo come”, ha detto Clinton, il figlio di 20 anni.

VirgilioNotizie | 09-05-2019 15:19

Fonte foto: ANSA
,,,,,,,