,,

Carta d'identità, tornano le diciture "madre" e "padre"

Firmato il decreto che prevede il ritorno di "padre" e "madre" al posto di "genitori" sulle carte d'identità per i figli

Sulla Gazzetta Ufficiale di mercoledì 3 marzo è stato pubblicato il decreto che prevede il ritorno sulla carta d’identità dei minorenni delle diciture “padre” e “madre” al posto di quella più generica “genitori”. Come riporta l’Ansa, il decreto è stato firmato dal Ministro dell’Interno, da quello della Pubblica Amministrazione e da quello dell’Economia in data 31 gennaio 2019.  Il provvedimento va a modificare il testo del decreto del 23 dicembre 2015, che aveva introdotto il termine “genitori”.

La proposta del ministro

A proporre la reintroduzione dei ruoli biologici era stato lo scorso novembre lo stesso ministro dell’Interno Matteo Salvini, che ha recentemente partecipato al Congresso mondiale delle famiglie di Verona, dove è stata chiesta la difesa della cosiddetta famiglia tradizionale, formata cioè da un uomo e una donna, e il rifiuto di ogni altro tipo di unione o relazione. La proposta del leader leghista era stata bocciata da più parti, a partire dagli alleati di governo del Movimento 5 Stelle e dal Garante per la privacy. Come riporta il Corriere della Sera, la sindaca di Torino Chiara Appendino aveva commentato così: “Noi rimaniamo dell’idea che sia giusto il passo in avanti che si è fatto e che la posizione di Salvini sia un passo indietro. Noi continueremo per la nostra strada e non faremo marcia indietro”.

Il parere del Garante

Contro la sostituzione dei termini “padre” e “madre” al posto di “genitori” nei moduli per il rilascio della carta di identità elettronica per i figli minorenni, si era espresso anche il Garante per la Privacy, Antonello Soro, interpellato proprio dal Viminale. Secondo il parere del Garante, datato 31 ottobre, la modifica non è attuabile perché presenta diverse criticità, a partire dai possibili effetti discriminatori, in particolare nei casi dei minori che non sono affidati ai genitori biologici, ma a chi ne esercita la responsabilità genitoriale, per esempio in caso di adozione. Con il nuovo provvedimento i genitori sarebbero costretti a una falsa dichiarazione per ottenere il documento di identità.

VirgilioNotizie | 04-04-2019 08:17

matteo-salvini-carta-identita Fonte foto: Ansa
,,,,,,,