,,

Bruxelles, alloggio negato perché leghista: è polemica

Un'assistente di un europarlamentare della Lega cerca casa a Bruxelles, un affittacamere gliela nega: "Questa casa è di sinistra"

“Mi spiace ma la casa è una casa di sinistra dove le opinioni politiche contano molto”: con questo messaggio si è vista negare un appartamento una militante leghista di 26 anni, in cerca di un abitazione a Bruxelles. La giovane è Jessica Polo, consigliera comunale a Minerbe (Verona) che sta cercando casa nella capitale belga dopo aver accettato un incarico da assistente dell’europarlamentare leghista Paolo Borchia.

La vicenda è stata riportata dal quotidiano locale “Il Gazzettino” e dallo stesso Borchia, neo eletto al Parlamento europeo. L’eurodeputato ha postato suoi suoi profili Facebook, Twitter e Instagram lo screenshot dei messaggi che si sono scambiati su Messenger la giovane e l’italiano che offriva l’alloggio. Affittacamere che a quanto pare non ha gradito l’orientamento politico della ragazza, evidente dal profilo della giovane.

“Mi spiace, mi ero rivolta ad affittacamere italiani, scrivendo nella nostra lingua. Vorrà dire che mi rivolgerò a non italiani, ora”, ha dichiarato Jessica Polo al quotidiano “L’Arena”.

Borchia, che aveva fornito alla ragazza diversi contatti italiani per la ricerca della casa, ha commentato così: “Non amo la dietrologia, ma le assonanze tra una certa sinistra moderna e alcuni regimi del passato iniziano ad essere impressionanti”.

VirgilioNotizie | 13-06-2019 22:51

affittasi Fonte foto: Ansa
,,,,,,,