,,

Bologna, militari aggrediscono cameriere immigrato

In cinque, tra i 25 e i 34, hanno picchiato e insultato un cameriere di origini ghanesi.

Aggredito e insultato da chi lo doveva difendere. È quanto ha raccontato un ragazzo di 29 anni, dopo essere stato aggredito da cinque militari fuori servizio. Lo riporta “La Repubblica”.

D. è di origini ghanesi, ha tre figli piccoli e fa il cameriere in una pizzeria di fronte alla stazione di Bologna. L’aggressione è avvenuta intorno alle 2, al locale dove lavora il ragazzo.

I cinque militari, fra i 25 e i 34 anni, non in divisa, erano seduti fuori dalla pizzeria, sotto il portico di viale Pietramellara. La proprietaria del locale li ha descritti a “La Repubblica” come “molesti”, visibilmente ubriachi. Urlavano disturbando gli altri clienti. Appoggiavano i piedi sui tavolini e insultavano un’altra persona di colore presente sulla scena.

Il giovane cameriere quindi  ha detto loro di calmarsi, ma il gruppetto ha reagito violentemente. Prima lo avrebbero insultato per il colore della pelle, gridandogli “negro di m***”, e poi lo avrebbero minacciato dicendo: “Ti spacco una bottiglia in testa”.

A quel punto, il ragazzo è entrato all’interno del locale. Una parte del gruppo lo ha quindi seguito dentro la pizzeria. Uno di loro gli ha sferrato un pugno, un altro gli ha lanciato una sedia.

“Poteva finire peggio”, racconta D., dopo essere uscito dal pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Bologna, dove ha trascorso tutta la notte. Secondo la proprietaria del locale, queste scene sono molto frequenti in quella zona della città e i militari sarebbero dei clienti abituali. “Secondo me verranno a scusarsi e risarciranno il danno che hanno fatto”, ha concluso la donna.

VirgilioNotizie | 08-06-2019 15:54

militari-aggressione Fonte foto: Ansa
,,,,,,,