,,

Bimbi usati per nascondere e consegnare cocaina: 12 arresti

Blitz dei carabinieri e della Dda nel quartiere Ponticelli a Napoli. I minori avevano meno di 14 anni

Utilizzavano bambini con meno di 14 anni per nascondere e far recapitare la cocaina ai clienti. I carabinieri, su richiesta della Dda di Napoli, hanno emesso un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 12 persone per spaccio di stupefacenti. La storia è raccontata da varie testate come La Repubblica. Smantellata la piazza di spaccio a Ponticelli.

La presenza della piazza di spaccio sarebbe emersa durante le indagini per l’omicidio di Mariano Bottari, un 75enne, vittima innocente della criminalità, che è stato ucciso nel 2014 da un proiettile vagante sparato durante un tentativo di rapina di un imprenditore a Portici.

Un’intercettazione telefonica tra uno dei presunti rapinatori e un altro pregiudicato ha fatto scoprire agli investigatori che la piazza di spaccio era gestita da Giovanni Gravino, ai domiciliari quando Bottari era stato ucciso, e dalla sua convivente, Maria Pina Sartori.

Come si legge su La Repubblica, la loro abitazione veniva utilizzata per custodire, confezionare e vendere la cocaina, in dosi di vario taglio e con l’aiuto di vari parenti. Dalle indagini è emerso che i fratelli Gravino non esitavano a utilizzare i minori di 14 anni come pusher-corrieri e a nascondere la cocaina addosso ai bambini quando arrivavano i controlli delle forze dell’ordine.

VIRGILIO NOTIZIE | 14-02-2019 09:42

carabinieri
,,,,,,,