,,

Berlusconi si traveste da arbitro: "Cartellino rosso al governo"

Rush finale per le europee. Botta e risposta tra Salvini e Di Maio, Berlusconi e Zingaretti pronti a mandare a casa il governo

Ultime ore di campagna elettorale per i politici italiani in vista delle elezioni europee di domenica 26 maggio. Dalla mezzanotte scatta infatti il silenzio elettorale fino alla chiusura delle urne. E i leader dei partiti si scatenano.

Berlusconi: “Cartellino rosso al governo”

A partire da Silvio Berlusconi che, ospite di Barbara D’urso a Pomeriggio 5, tira fuori un kit da arbitro di calcio e si dice pronto a mostrare il cartellino rosso al governo gialloverde il giorno dopo le elezioni. “Se Forza Italia avrà un buon risultato e il M5s si fermerà sotto il 20% gli italiani potranno esporre il cartellino rosso. Quello giallo potrei estrarlo per Salvini e la Meloni che stanno facendo chiacchiere che non posso capire”, ha detto l’ex premier.

“Lo chiamano governo ma governo non è – continua Berlusconi -. Sono persone che si contrappongono su tutto, sono arrivati ad insultarsi, si danno del pugile suonato e dello schizofrenico. Come si fa andare avanti? Hanno fatto molto male all’Italia, diventata maglia nera in Europa”.

Il leader di Forza Italia poi auspica la creazione di un’unione militare europea per contrastare il pericolo di una probabile invasione migratoria di massa. “La vera minaccia per le generazioni future – spiega Berlusconi –  è la Cina. La dittatura comunista, che non si è mai data dei confini, sta armando l’Africa facendo capire alla sua popolazione che loro sono due miliardi e noi europei poco più di 400 milioni. Presto i cinesi gli diranno perché non li invadete?”.

Di Maio: “Chi vuole la crisi lo dica sabato”

Mentre continuano le polemiche e i botta e risposta tra i  leader dei due partiti della maggioranza. Secco il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio, che a Otto e Mezzo su La7 dice: “Se un partito chiede i voti domenica per aprire la crisi lunedì lo deve dire sabato agli italiani”.

“Noi vogliamo andare avanti e anche fare argine a certe idee strampalate della Lega o a proposte fuori contratto fatte in modo sleale. Io mi auguro che da lunedì i leghisti lavorino di più”, ha detto il vicepremier. “Non ho mai capito perché le elezioni europee dovrebbero cambiare il Parlamento italiano. Il M5S ha il 36% del Parlamento italiano, ha la maggioranza assoluta in Consiglio dei ministri e così rimarrà”, ha affermato Di Maio.

“Sono settimane che Salvini continua a fare la vittima dicendo che lo insulto, mentre sono i suoi a minacciare la crisi di governo ogni giorno”, ha spiegato Di Maio, aggiungendo che “la lotta alla corruzione è un valore non un insulto. Se ci si attiene al contratto lavoriamo tutti serenamente”.

Salvini: “Stufo degli attacchi degli alleati”

Parlando al Corriere della Sera, Matteo Salvini ha risposto all’alleato di governo: “Faccio conto che da lunedì Di Maio la smetta di insultare, sta dicendo quello che sta dicendo perché è in campagna elettorale. C’è una manovra da fare. Che i toni tornino civili e costruttivi”.

Poi, ospite a Pomeriggio 5, ha rivelato: “Mi aspetto di essere attaccato dai miei avversari politici. È giusto che mi critichino Renzi, Boldrini e Zingaretti, però mi sono stufato degli attacchi degli alleati”. Riferendosi a Di Maio, che secondo lui lo “insulta un giorno sì e l’altro pure”.

Zingaretti: “Con voto al Pd il governo va a casa”

“C’è solo un voto che dà la garanzia assoluta che nel Parlamento europeo i nazionalisti non avranno la maggioranza e che questo governo dopo il 27 vada a casa. Ed è il voto alla lista unitaria del Partito Democratico”. Lo ha detto Nicola Zingaretti chiudendo la campagna elettorale a Milano. “A chi ci diceva ‘scioglietevi’ perché avete perso, noi diciamo: no, noi combattiamo”, ha affermato il leader del PD, aggiungendo che “è tornato il tempo di combattere per le nostre idee, per salvare l’Italia”.

“Dopo 11 mesi di governo gialloverde dobbiamo raccontare al paese e all’Europa del disastro che ha compiuto questo governo, il primo governo populista in un grande paese europeo, che ha iniziato a distruggere l’economia di questo grande Paese. Noi vogliamo risolvere i problemi che creano le paure delle persone”, ha spiegato Zingaretti.

VirgilioNotizie | 24-05-2019 21:07

berlu Fonte foto: Mediaset
,,,,,,,