Barcellona: zio di Marta, sta reagendo

Nessuna data per il rientro della nipote e della salma di Luca

(ANSA) – VENEZIA, 20 AGO – Marta Scomazzon, fidanzata di Luca Russo il vicentino morto a Barcellona per l’attacco terroristico islamista, sta meglio. Lo dice all’ANSA lo zio Renato Sartore.

“Sta reagendo bene – riferisce Sartore che è in contatto con la mamma di Marta ed il padre di Luca che sono a Barcellona -, nonostante le ferite”. “Ha retto ora – rileva – anche il colpo della notizia della morte di Luca, probabilmente lo aveva intuito ed era pronta al peggio. Fino a ieri probabilmente era solo la speranza che ciò che immaginava non fosse accaduto a tenerla sospesa”. Per Sartore però “bisognerà attendere un po’ di tempo e il rientro a casa per capire”. Nessuna novità intanto – fanno sapere più fonti vicine alle due famiglie – sul fronte del rientro in Italia della giovane e di Luca. Oggi a Bassano, dove i due ragazzi sono residenti, Don Andrea Guglielmi, parroco della chiesa di San Leopoldo frequentata da Marta, ha ricordato Luca durante la messa affidandosi anche ad un messaggio del vescovo di Vicenza Beniamino Pizziol.

ANSA | 20-08-2017 17:05