,,

L'appello del papà di Noemi: "Non lasciateci soli"

La prognosi della bambina resta riservata. Il padre chiede aiuto per pagare le cure

Noemi, la bambina di 4 anni gravemente ferita durante la sparatoria a Napoli dello scorso 3 maggio, ha bisogno di cure. È stato avviato il programma per la riabilitazione e il suo quadro clinico è stabile, ma la piccola è ancora in prognosi riservata. Il recupero sarà lungo e costoso, come ha spiegato al quotidiano Il Mattino il padre della bambina, Fabio Esposito, che ha lanciato un appello:

“Siamo commossi dalla catena umana di solidarietà che si è mossa e si continua a muovere intorno a nostra figlia sia da gente comune che da parenti, amici ed esponenti politici. Ma quello che ci aspetta dopo è una grande sfida, dato che Noemi dovrà sottoporsi a una complessa riabilitazione, che sappiamo essere anche molto costosa e noi non possiamo permettercelo. Perciò chiediamo a tutte le istituzioni di non abbandonarci quando uscirà e avrà bisogno di cure per tornare a essere una bambina normale”.

Nel frattempo, l’ultimo bollettino medico della bambina dell’ospedale Santobono di Napoli, pubblicato sempre da Il Mattino, comunica:

“Le condizioni cliniche della bambina al momento sono stazionarie e i parametri vitali sono stabili, nella giornata di ieri è stata effettuata una nuova broncoscopia per disostruire le vie aeree. Nella mattinata di oggi è stata effettuata una nuova Tac, come da programma, per monitorare le lesioni polmonari. La bimba continua ad essere sottoposta a cicli di ventilazione con ossigeno per supportarla nella respirazione. La prognosi resta riservata. Il prossimo bollettino sarà diramato tra 48 ore”

VirgilioNotizie | 13-05-2019 16:24

noemi Fonte foto: ANSA
,,,,,,,