,,

Allarme infezioni in ospedale, le regioni più colpite in Italia

In 13 anni le morti per infezioni contratte in ospedale sarebbero più che raddoppiate

Il rapporto Osservasalute presentato ieri a Roma ha fatto emergere un dato allarmante. Secondo quanto riporta l’Ansa, i decessi causati da infezioni ospedaliere sarebbero più che raddoppiati in 13 anni: si è passati dai 18.668 decessi del 2003 ai 49.301 del 2016.

Walter Ricciardi, direttore dell’Osservatorio nazionale sulla salute, ha dichiarato:

“C’è una strage in corso, migliaia di persone muoiono ogni giorno per infezioni ospedaliere, ma il fenomeno viene sottovalutato, si è diffusa l’idea che si tratti di un fatto ineluttabile”.

Tra tutti i paesi dell’Unione Europea, in Italia si verificano il 30% delle morti che avvengono per sepsi. L’allarme riguarda sia gli uomini che le donne, e l’aumento del fenomeno coinvolge tutte le fasce d’età. In particolare, però, sono colpiti gli individui dai 75 anni in su.

Le regioni maggiormente colpite, secondo quanto riferisce Ansa sul rapporto Osservasalute, sembrerebbero essere quelle al centro e al nord: nel 2016 i valori più alti si sono registrati per gli uomini in Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia, i più bassi invece in Campania e Sicilia. Per le donne, invece, le regioni coi risultati più preoccupanti sono Emilia Romagna e Liguria, e quelle meno colpite sono ugualmente Campania e Sicilia.

Secondo quanto riporta l’Ansa, a contribuire a questi dati potrebbe essere una maggiore attenzione da parte delle strutture ospedaliere nel riportare le cause di morte nel certificato.

VirgilioNotizie | 16-05-2019 15:05

analisi-infezioni Fonte foto: ANSA
,,,,,,,