,,

Agrigento, busta con proiettile e minacce di morte al procuratore

Una busta con un proiettile calibro 6,35 e minacce di morte a lui e ai figli sono arrivate in procura.

Nuove minacce di morte inviate al procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio. Sulla sua scrivania oggi è comparsa una busta contenente un proiettile calibro 6,35 e una lettera con minacce di morte dirette a lui e ai suoi tre figli. Lo riporta “Skytg24”.

Non è la prima volta che capita al procuratore capo. Già nell’ottobre del 2017 era arrivata in procura un’altra busta con dentro sempre una lettera di minacce e un proiettile da guerra. In quel caso, tra le righe si faceva riferimento all’inchiesta sul caso della nave Diciotti partita proprio da Agrigento, che vedeva come indagato il Ministro dell’Interno Matteo Salvini. I sospetti quella volta erano ricaduti su alcuni ambienti paramilitari, ma non erano mai stati confermati.

Tempestiva la risposta del vicepremier Matteo Salvini: “Totale solidarietà al procuratore capo Luigi Patronaggio: la violenza e le minacce sono sempre inaccettabili. Le Forze dell’Ordine sono al lavoro per individuare i responsabili”.

Il prefetto di Agrigento, Dario Caputo, ha annunciato che in serata convocherà un comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. “Ferma condanna contro questi gesti vigliacchi, si tratta di persone che fomentano un clima di tensione che non è utile a nessuno”, ha commentato Caputo.

Esprime la sua solidarietà anche il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando: “Sono certo che non sarà l’ennesima busta con un proiettile inviata al procuratore Luigi Patronaggio a far desistere lui e la procura da lui guidata dal proseguire nel lavoro di questi mesi per contrastare ogni forma di criminalità e di violazione delle leggi e dei diritti”.

VirgilioNotizie | 10-06-2019 17:57

proiettile-Agrigento Fonte foto: Ansa
,,,,,,,