,,

The Show tornano in video: "Ecco perchè ci hanno denunciati"

I due famosi youtuber denunciati per una canid camera finita male hanno chiarito il loro punto di vista

“Ci spiace per quello che è successo ma soprattutto per come siamo stati dipinti dai media”. Così Alessio Stigliano e Alessandro Tenace in arte The Show sono tornati in video a nemmeno 24 ore di distanza dalla notizia della denuncia alla Polizia da parte di una delle vittime delle loro oramai celebri candid camera pubblicate sul loro seguitissimo canale YouTube.

La denuncia dei The Show. I due youtuber stavano girando una della loro candid in cui si fingevano “assistenti civici”, a Milano. Sono così entrati in un negozio per redarguire un commerciante che non stava osservando il distanziamento sociale previsto dalle linee guida del momento. L’uomo non ha gradito la situazione, nemmeno quando i due hanno rivelato trattarsi di uno scherzo e sono stati anche riconosciuti da alcuni clienti all’interno del negozio. Così il titolare ha denunciato i The Show alla Polizia.

La reazione degli Youtuber. Oggi i The Show sono tornati in video sul loro canale per spiegare la situazione ma più che altro per sottolineare il rammarico per quello che è successo: “Ci spiace per quello che è successo ma quello che avete letto sui giornali, sulla ricostruzione dell’episodio, è solo la versione della persona che non ha gradito il nostro scherzo. Voi (rivolgendosi ai loro followers, oltre 3 milioni di iscritti, ndr) ci conoscete da anni oramai e sapete benissimo che non saremmo mai capaci di fare quello che viene descritto sui siti e sui giornali. Purtroppo non tutti ci conoscono e spiace che possano farsi un’idea sbagliata su di noi”.

Alessio e Alessandro hanno poi sottolineato come il filo conduttore delle loro candid camera è spesso un richiamo sociale mostrando il premio per la sicurezza stradale che hanno vinto in passato proprio per una candid realizzata contro le persone che parlano al cellulare mentre guidano.

VirgilioNotizie | 06-06-2020 19:02

the-show Fonte foto: YouTube
,,,,,,,