,,

Terza ondata, Bassetti ha un'idea diversa: qual è la situazione

L'infettivologo Matteo Bassetti, al contrario di alcuni colleghi, non crede che la situazione dei contagi sia "esplosiva"

Da più parti ormai si rincorrono timori e allerte sull’arrivo imminente di una possibile terza ondata di coronavirus in Italia. Un parere diverso arriva però da Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova e componente dell’Unità di crisi Covid-19 della Liguria. In un colloquio con l’Adnkronos Salute, Bassetti ha fornito la sua versione dei fatti e ha fatto il punto dell’attuale situazione epidemiologica nel nostro Paese.

“In questo momento – ha esordito l’infettivologo – non mi pare che la situazione stia esplodendo, ovvero ci sono Regioni che sono in piena seconda ondata e la terza la vedremo. Ma ci sono altre Regioni che hanno ospedali non pieni e l’indice Rt intorno a 0.90 o 0.95 comunque sotto 1″.

“Quindi – è il pensiero di Bassetti – fare di tutta l’erba un fascio e dire che tutta Italia deve andare in lockdown è sbagliato. Siamo oltre 60milioni di italiani e la misura unica non va bene”.

“Mentre il sistema dei colori ha fatto bene ed è metodologicamente corretto – ha sottolineato l’esperto – Veniamo da 10 mesi, in cui tranne l’estate, siamo stati sempre chiusi e obbiettivamente non si possono solo e sempre bastonare gli italiani”.

Tuttavia, la “scelta fatta a Natale di diversificare i colori in pochi giorni, uno rosso due giorni gialli, e permettere alle persone di fare acquisti non è stata molto intelligente. È stato il periodo peggiore degli ultimi mesi – ha ammesso Bassetti -. Questa scelta è stata dal principio sbagliata, come ho sempre detto, e non ha fatto contento nessuno”.

VirgilioNotizie | 09-01-2021 13:31

Bassetti, Galli e Pregliasco vaccinati: come è andata Fonte foto: ANSA
Bassetti, Galli e Pregliasco vaccinati: come è andata
,,,,,,,