,,

Terrorismo, l'Italia e altri 8 Paesi europei sospendono Schengen e ripristinano i controlli alla frontiera

Nove Stati, tra cui l'Italia, hanno sospeso temporaneamente il trattato di Schengen e ripristinato i controlli alle frontiere

Pubblicato il:

Cresce la paura del terrorismo in Europa. L’Italia e altri 8 Paesi europei hanno ripristinato i controlli alle frontiere, sospendendo il trattato di Schengen che garantisce la libera circolazione delle persone all’interno dei confini europei.

La sospensione di Schengen

Otto Paesi dell’Unione europea, Italia inclusa, hanno notificato alla commissione che sospenderanno il trattato di Schengen e ripristineranno in maniera temporanea i controlli alle loro frontiere di terra.

Oltre all’Italia, hanno preso questa decisione Austria, Germania, Repubblica Ceca, Polonia, Slovacchia, Svezia e Francia. A questi si aggiunge anche la Norvegia, che aderisce a parte del trattato pur non facendo parte dell’UE.

Controlli frontiera italiaFonte foto: ANSA
Code alla frontiera tra Italia e Slovenia

La ragione di questa decisione è la guerra in Israele, che ha portato un’ondata di attacchi e minacce terroristici di matrice fondamentalista islamica in Europa. Nei giorni scorsi si sono verificati attentati in Francia e Belgio.

Il pericolo terrorismo

Il conflitto tra Hamas e Israele, cominciato il 7 ottobre, ha riacceso il pericolo del terrorismo islamico in Europa. Lo scorso venerdì i militanti palestinesi hanno proclamato un girono di rabbia e alcuni lupi solitari hanno risposto.

In Francia, nella città di Arras, un terrorista si è introdotto in un liceo e ha accoltellato un professore, uccidendolo. Sono seguiti altri allarmi, buona parte dei quali falsi, come quelli che mercoledì hanno fatto evacuare alcuni aeroporti.

L’attentato più grave è stato però quello di Bruxelles di lunedì sera, quando un tunisino di 41 anni ha sparato con un fucile d’assalto su alcuni tifosi svedesi, presenti in città per la partita di qualificazione agli europei, uccidendone 2 e ferendone un terzo.

Cos’è il trattato si Schengen

Il trattato di Schengen è un accordo internazionale che fu firmato in origine da Germania, Francia, Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo nel 1985 e che prevedeva l’abolizione delle frontiere tra gli Stati firmatari.

Negli anni è stato prima integrato nell’Unione europea e poi allargato anche ad altri Paesi. Ad oggi ne fanno parte 28 Stati, due dei quali non fanno parte dell’UE, Norvegia e Svizzera. Quattro Paesi membri, Romania, Bulgaria, Irlanda e Cipro, non hanno firmato Schengen.

Tutti gli Stati firmatari del trattato hanno il diritto, previa notifica alla Commissione europea, di sospendere il trattato per motivi di sicurezza e ripristinare i controlli alle frontiere.

TAG:

Controlli al confine Italia Slovenia Trieste 11 Marzo 2020 ANSA Mauro Zocchi Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,