,,

Fa causa all'Accademia della Crusca: "Terrone non è solo offesa"

L'ingegnere campano Francesco Terrone, 59 anni, ha portato in tribunale l'Accademia della Crusca: "Il termine 'terrone' non è solo dispregiativo"

“La storia del nostro paese è caratterizzata dalle onnipresenti divergenze tra nord e sud, due aree diverse che spesso si sono arrese agli stereotipi senza risparmiarsi epiteti poco felici. Tra questi la fanno da padrone polentoni e terroni, che al Nord suona terùn. Risulta difficile stabilire in che periodo questi vocaboli sia entrati nell’uso come epiteti dispregiativi”. Queste le prime righe che descrivono l’origine della parola ‘terrone‘ sul sito dell’Accademia della Crusca. Righe che però non piacciono a Francesco Terrone, 59 anni, ingegnere campano con l’hobby della poesia.

Tiene molto al suo cognome e così ha scritto più volte all’Accademia della Crusca per chiedere una revisione del testo. Dopo vani tentativi di farsi ascoltare ha deciso di ricorrere alle vie legali.

Fa causa all’Accademia della Crusca: “Terrone non è solo offesa”

La curiosa vicenda è stata raccontata dal Corriere Fiorentino. Francesco Terrone definisce la sua una “battaglia di civiltà” contro il termine ‘terrone‘, usato solo come dispregiativo.

Dopo aver ricevuto “solo risposte evasive” dall’Accademia della Crusca, e dopo l’ultima telefonata, Terrone ha dato l’appuntamento in tribunale.

I linguisti pensavano fosse uno scherzo, ma nei giorni scorsi si sono visti consegnare un atto di citazione dell’avvocato Antonio Cammarota che rappresenta la Fondazione Francesco Terrone.

La prima udienza si terrà a settembre al tribunale civile di Nocera Inferiore, nel Salernitano.

SI DICE ‘LA’ COVID’ O ‘IL’ COVID? LA CRUSCA TOGLIE OGNI DUBBIO

Fa causa all’Accademia della Crusca: la richiesta di Francesco Terrone e la replica dei linguisti

Francesco Terrone vorrebbe che alla definizione attuale si aggiungesse un riferimento “alla terra dei latifondisti, dei feudatari, dunque alla ricchezza, oltre a riconoscere un cognome i cui discendenti diedero lustro all’Italia intera”.

L’Accademia della Crusca ha risposto attraverso Claudio Marazzini, il presidente, che all’Adnkronos: “È assurdo voler far pagare alla Crusca la colpa dell’uso discriminatorio di un termine impiegato nella storia d’Italia quando, anzi, la nostra Accademia ha segnalato questo difetto, lo ha contestato, criticato, condannato, pur facendone, come è ovvio, la storia, perché la storia non si può cancellare“.

“Da parte nostra – ha aggiunto – non c’è mai stato nessun intento discriminatorio e offensivo nel descrivere il significato della parola ‘terrone’. Anzi, fin dalle prime righe segnaliamo che questa parola ha assunto storicamente un valore discriminatorio da cui prendiamo le distanze”.

Si potrebbe però evitare il tribunale con un accordo extra giudiziale: aggiungere sul sito un commento di Francesco Terrone.

VirgilioNotizie | 26-02-2021 12:07

terrone-accademia-crusca Fonte foto: ANSA
,,,,,,,