,,

Terremoto alle Eolie, forte scossa di magnitudo 3.9: tanta paura tra la popolazione

Una forte scossa di terremoto si è verificata nella mattinata di giovedì 16 marzo 2022 al largo delle isole Eolie: tanta paura tra la popolazione

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Una forte scossa di terremoto si è verificata nella mattinata di giovedì 17 marzo, alle ore 11,31, al largo delle isole Eolie. Stando a quanto riferito dall’Istituto italiano di geofisica e vulcanologia di Catania la scossa di terremoto di magnitudo 3.9 ha avuto luogo tra le isole di Alicudi e Filicudi, al largo di Santo Stefano di Camastra nel Messinese.

Il terremoto, più precisamente, è stato localizzato a 96 chilometri a nord est di Bagheria, la città con almeno 50mila abitanti più vicina all’area in cui si è registrata la scossa.

Terremoto alle Eolie: tanta paura ma nessun danno

Stando alle prime informazioni riportate da ‘La Repubblica’ in seguito alla scossa di terremoto avvertita alle Eolie, fortunatamente il sisma ha generato solo tanta paura tra la popolazione. Non si registrano, infatti, al momento, danni a cose o persone.

Terremoto alle Eolie: la seconda scossa

Secondo quanto riferito dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, sempre alle Eolie si è verificata una seconda scossa, di magnitudo più bassa rispetto alla prima, cioè pari a 2.3, alle ore 13,25.

Alle Eolie, la terra era già tremata a fine febbraio. Nella serata del 27 febbraio scorso, due scosse di terremoto sono avvenute al largo delle isole Eolie. Erano state registrate dalla sala operativa dell’Ingv di Roma nell’arco di pochi minuti: la prima di magnitudo 3.2 era avvenuta alle ore 21,12, a una profondità di 10 km, mentre la seconda, di magnitudo 2.0, si era verificata alle ore 21,15 a una profondità di 10 chilometri. In quell’occasione, le scosse non sono state avvertite dagli abitanti e villeggianti e non hanno causato danni.

Terremoto ai Campi Flegrei 16 marzo 2022

Nella giornata di ieri, mercoledì 16 marzo 2022, uno sciame sismico aveva interessato il Napoletano. La scossa di terremoto più forte, in quel caso di magnitudo 3.5, ha avuto come epicentro l’area della Solfatara a Pozzuoli (a una profondità di 3 chilometri) ed è stata registrata alle ore 15,14. Anche in quel caso, fortunatamente, il terremoto non ha causato alcun danno a persone o cose.

L’area della Solfatara, come spiegato dall’Osservatorio Vesuviano, è naturalmente soggetta a bradisismo e proprio a questo fenomeno sono collegati vari sciami sismici di diversa intensità in corso da alcuni mesi. Quello del 16 marzo è stato l’evento più forte nell’area flegrea dalla crisi del bradisismo del 1983-84, quasi 40 anni fa.

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,