,,

Teramo, uccisa a coltellate: la confessione del marito

Il romeno di 36 anni è stato trovato nel parcheggio di un hotel dopo essersi inferto nove coltellate

Cristian Daravoinea, autotrasportatore romeno di 36 anni, ha confessato l’omicidio della moglie Mihaela Roua. La 32enne, madre della loro piccola di 6 anni, è stata uccisa con due coltellate nel loro appartamento a Nereto, in provincia di Teramo. L’uomo, come riporta Repubblica, era sparito all’ora di pranzo subito dopo l’omicidio ed è stato rintracciato in serata. Nella notte, ha infine ammesso di aver ucciso la moglie.

L’uomo, che aveva fatto perdere le tracce subito dopo l’omicidio, è stato rintracciato dai carabinieri nel parcheggio di un hotel a Tortoreto Lido (Teramo), chiuso nella sua macchina. Daravoinea era sanguinante.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, mente era ancora in casa l’uomo si sarebbe inferto nove coltellate al torace con la stessa arma del delitto. In seguito, sarebbe salito sull’auto credendo di morire dissanguato.

Le ferite, tuttavia, non erano abbastanza profonde, così il romeno è stato soccorso e trasferito all’ospedale di Giulianova (Teramo), dove è stato messo in stato di fermo con l’accusa di omicidio volontario in attesa della convalida del gip.

Il caso è seguito dai carabinieri di Teramo e del reparto operativo, diretti dal colonnello Giorgio Naselli e da tenente colonnello Luigi Dellegrazie. Oggi è prevista l’autopsia sulla salma, effettuata dal medico legale Ercole D’Annunzio.

VIRGILIO NOTIZIE | 10-10-2019 10:16

omicidio-teramo-confessa-marito Fonte foto: Ansa
,,,,,,,