,,

Teatro Arcimboldi cancella lo spettacolo di Sergei Polunin: chi è l'ucraino filorusso col tatuaggio di Putin

Il teatro ha cancellato definitivamente le date in cui si sarebbe dovuto esibire Polunin

Pubblicato il:

Il balletto “Rasputin – Dance drama” programmato per il 28 e 29 gennaio 2023 è stato cancellato al Teatro Arcimboldi Milano. Dunque, il suo discusso protagonista, Sergei Polunin (noto nell’ambiente anche come il ‘Cigno Nero’), non si esibirà. Lo ha comunicato nelle scorse ore lo stesso teatro tramite una nota.

La nota dell’Arcimboldi e l’ammirazione di Polunin per Putin

La decisione di eliminare lo spettacolo “si è resa necessaria a causa della pressante mobilitazione social e web contro l’esibizione dell’artista”, recita la nota. Quali sono i motivi di tale “mobilitazione”? Polunin, ballerino ucraino nato a Kherson nel 1989 (ha anche cittadinanza serba e russa), è un artista che che non ha mai celato la sua ammirazione per Vladimir Putin. Infatti mai ha condannato la guerra che lo ‘Zar’ ha scatenato in Ucraina.

Non solo: per capire quanto Polunin apprezzi il numero uno del Cremlino, basti osservare il suo petto dove è visibile un tatuaggio raffigurante proprio il volto di Putin. Il ballerino, in passato, ha definito il leader russo “la mia luce”.

Il ballerino Polunin.Fonte foto: ANSA

Rasputin – Dance drama: prima i rinvii, poi la cancellazione

Si torni allo spettacolo cancellato: è da due anni che è in cartellone, ma per vari motivi la performance non è mai andata in scena. Nel dicembre del 2019 saltò a causa delle restrizioni anti-Covid 19, poi fu rimandata per via di un infortunio dello stesso Polunin. Ora la cancellazione definitiva (gli spettatori che hanno acquistato i biglietti per le due date milanesi potranno richiederne il rimborso).

Arcimboldi: decisione “di responsabilità politica e morale”,

La direzione dell’Arcimboldi parla di una decisione “di responsabilità politica e morale”, sottolineando come il teatro “si è già schierato contro le atrocità della guerra ospitando il Gala di danza per la pace nell’aprile 2022 e il collettivo Pussy Riot lo scorso settembre”.

Chi invece non si è mai schierato è proprio il ‘Cigno Nero‘ che, ogni qual volta gli è stato chiesto un commento sull’invasione dell’Ucraina, ha evitato di rispondere.

Polunin, di recente, si è visto cancellare un altro appuntamento. Avrebbe dovuto esibirsi in Repubblica Ceca. La scenografia sarebbe stata quella del Castello arcivescovile di Kromeriz, di proprietà della curia di Olomuc. La performance, però, non ha avuto luogo grazie anche a una petizione lanciata su Change. Petizione che ha raccolto così tanto consenso da spingere gli organizzatori ad annullare l’evento del talento di Kherson.

polunin Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,