,,

Taser alle forze dell'ordine, a Roma il primo utilizzo in Italia. In uso in 7 città, cos'è e come funziona

Il taser è entrato in dotazione al personale di carabinieri, polizia e guardia di finanza in sette città italiane. A Roma il primo caso di utilizzo

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Il taser è stato utilizzato lo stesso giorno in cui ha debuttato ufficialmente nell’equipaggiamento delle forze dell’ordine in sette città italiane. La pistola a impulsi elettrici è stata usata per la prima volta lunedì sera a Roma su un uomo che ha dato in escandescenze quando i poliziotti gli hanno notificato che sarebbe passato dai domiciliari al carcere.

Taser in dotazione alle forze dell’ordine in sette città italiane

Dopo la sperimentazione avviata nel 2018, nella giornata di lunedì 14 marzo 2022 il taser è entrato ufficialmente a far parte dell’equipaggiamento del personale di polizia, carabinieri e guardia di finanza in sette città italiane: Milano, Roma, Bologna, Firenze, Bari, Brindisi e Reggio Calabria.

In tutto sono 4.482 i taser che sono entrati nelle dotazioni degli operatori delle forze dell’ordine in queste prime sette città.

“L’arrivo del taser rappresenta una significativa garanzia per le forze dell’ordine ottenuta anche grazie alla collaborazione e condivisione dei sindacati della polizia di Stato”, ha dichiarato all’Ansa il sottosegretario all’Interno Nicola Molteni. Ora “bisognerà lavorare per introdurlo tra gli operatori della polizia penitenziaria e per gli agenti della polizia locale”.

Taser, il primo caso di utilizzo a Roma

Il primo uso del taser da parte delle forze dell’ordine in Italia è avvenuto lunedì sera a Roma, nel corso di un intervento della polizia a Tor Bella Monaca. I poliziotti dovevano notificare l’aggravamento della misura cautelare a due conviventi agli arresti domiciliari e portarli in carcere.

Taser alle forze dell'ordine, a Roma il primo utilizzo in Italia. In uso in 7 città, cos'è e come funziona

L’uomo, un 43enne, ha dato in escandescenze: ha impugnato un taglierino, ha iniziato a ferirsi e a minacciare gli agenti, che hanno reagito estraendo il taser e immobilizzandolo. Sul posto è intervenuta anche un’ambulanza del 118 che ha trasportato l’uomo in ospedale. La coppia sarà denunciata per resistenza a pubblico ufficiale.

Taser, cos’è e come funziona

Il taser è un’arma, una pistola che usa l’elettricità per paralizzare i movimenti del soggetto colpito. Il nome taser deriva da un romanzo di fantascienza del 1991: è l’acronimo di Thomas A. Swift’s Electronic Rifle (“fucile elettronico di Thomas A. Swift” in inglese), il titolo del libro.

Una volta azionato il taser lancia due elettrodi, legati da fili elettrici al dispositivo, che a contatto con il soggetto erogano una scarica elettrica della durata di 5 secondi in grado di provocare una contrazione muscolare e un sovraccarico del sistema nervoso, facendo cadere a terra il bersaglio e immobilizzandolo.

L’uso del taser non è esente da rischi: in soggetti predisposti, cardiopatici o con problemi di salute, può indurre l’arresto cardiaco e avere conseguenze letali.

Il taser nella legislazione italiana

Secondo la legislazione italiana attuale il taser è un’arma propria, non da fuoco: può essere venduta solo a persone con porto d’armi e non può essere portata in giro per nessun motivo.

Il taser non può essere prodotto in Italia e serve un’apposita licenza per poterlo importare dall’estero. Viene prodotto dall’azienda americana Taser International, che ha recentemente cambiato il proprio nome in Axon.

Da oltre 10 anni il taser è classificato come uno strumento di tortura dalle Nazioni Unite; secondo Amnesty International la pistola elettrica è responsabile di oltre 800 morti negli Stati Uniti a partire dal 2001.

TAG:

Taser Fonte foto: IPA
,,,,,,,,