,,

Dalla tampon tax agli scontrini, le novità del decreto fiscale

Pronti nuovi emendamenti alla Manovra fiscale. Le novità e le modifiche

Le principali novità sul decreto fiscale in discussione alla Camera riguardano la riduzione delle sanzioni per chi è in ritardo con i pagamenti della Tari e dell‘Imu, l’introduzione di uno “scontrino unico” e la riduzione dell’Iva dal 22 al 5% sugli assorbenti e sui tamponi biodegradabili e compostabili.

Secondo il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, il taglio alla tampon tax è “un primo segnale di attenzione per milioni di ragazze e donne su cui abbiamo lavorato con le deputate di maggioranza dell’Intergruppo donne”.

L’intenzione è quella di chiudere in commissione entro la notte per inviare il testo in Aula lunedì sera. Martedì, come riporta Agi, il governo dovrebbe porre la questione di fiducia.

Tra le novità, c’è un emendamento sullo “scontrino unico”. Dal 2021, infatti, i Pos potranno essere utilizzati come unico strumento sia per i pagamenti, elettronici e in contanti, che per la certificazione degli scontrini telematici.

Approvata anche la modifica che concede ai contribuenti la possibilità di regolarizzare spontaneamente la propria posizione con il Fisco, godendo della riduzione delle sanzioni, anche nel caso di mancati pagamenti dei tributi locali come Tasi, Tari e Imu.

Continuano intanto le polemiche sulla web tax. Secondo il relatore di maggioranza alla manovra, il senatore Pd Dario Stefano, “la web tax è legittima quando persegue l’obiettivo di colpire le multinazionali della digital economy che sfuggono da tempo al fisco italiano. Ma è ingiusta quando colpisce nello stesso modo le imprese nel volume complessivo di ricavi e non solo quelli derivanti da servizi digitali”. La proposta è “un intervento di modifica della norma, che consenta di recuperare anche l’obiettivo di equità fiscale”.

In arrivo inoltre un nuovo pacchetto di emendamenti. Si va, come riporta Ansa, dall’indennità per il fermo pesca anche nel 2020, alla spinta alle smart city e alla smart mobilty fino alla proroga al 2021 per la stabilizzazione dei precari per la P.a. Si tratta di una decina di proposte di modifica poste all’attenzione della maggioranza e che dovrebbe essere depositata nelle prossime ore, tra le quali figurano anche l’entrata a regime del Documento unico di circolazione entro novembre e finanziamenti per la tutela dei beni culturali.

VIRGILIO NOTIZIE | 29-11-2019 20:38

Tasse Fonte foto: ANSA
,,,,,,,