,,

Svezia, spazio aereo violato da jet russi con armi nucleari: qual è il messaggio e quali sono i rischi

I russi hanno violato lo spazio aereo vedese con jet equipaggiati con armi nucleari: il messaggio lanciato da Vladimir Putin e quali sono gli scenari

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La Svezia non esclude un’adesione alla Nato. Parola di Magdalena Andersson, la premier, che ha spiegato come l’invasione russa dell’Ucraina abbia cambiato radicalmente la situazione della sicurezza del Paese. A inizio marzo, tra l’altro, lo spazio aereo svedese era stato violato da jet russi equipaggiati con armi nucleari. Quali sono gli scenari possibili e quali sono i rischi secondo gli esperti.

Jet militari russi con armi nucleari nello spazio aereo della Svezia: cosa è successo

Lo scorso 2 marzo la Svezia ha denunciato la violazione del suo spazio aereo da parte di due jet russi equipaggiati con armi nucleari, nei pressi di Gotland.

Il fatto che i due aerei fossero armati configurerebbe il gesto come un atto di forza concepito per intimidire il Paese: c’erano (e ci sono anche adesso) delle restrizioni imposte con l’invasione russa dell’Ucraina.

L’esercito svedese non ha confermato né smentito che i jet fossero equipaggiati con armi nucleari, ma il capo dell’aeronautica Carl-Johan Edström ha dichiarato: “Valutiamo il gesto come un’azione consapevole. Il che è molto grave soprattutto perché si tratta un Paese in guerra”.

“Abbiamo analizzato l’incidente – ha aggiunto – ed è chiaro che non posso escludere una navigazione errata: ma tutto indica che si sia trattato di un atto deliberato. Hanno violato i confini della Svezia”.

Quanto è durata la violazione dello spazio aereo: cosa è successo

In termini di minutaggio, la violazione dello spazio aereo svedese da parte dei jet russi sarebbe durata circa 60 secondi.

In quel lasso di tempo, l’aviazione di Stoccolma ha prontamente schierato due JAS 39 Gripen, che hanno raggiunto i jet russi e scattato loro alcune foto.

Diversi esperti militari, tra cui Stefan Ring, hanno detto la loro sulla vicenda: la violazione russa rappresenterebbe una strategia ben precisa messa in atto da Putin.

Per Ring, si tratterebbe di “un segnale nei confronti della Svezia della possibilità di considerarne l’utilizzo“.

Svezia, la premier sull’ingresso nella Nato: “Ci sto pensando”. Il motivo

La premier svedese, Magdalena Andersson, ha rilasciato un’intervista a una tv nazionale, ‘Svt’.

Ha sottolineato come l’invasione russa dell’Ucraina abbia cambiato radicalmente la situazione della sicurezza della Svezia: per questo il Paese potrebbe riconsiderare il non allineamento, quindi un ingresso nella Nato.

“Possiamo dire che il non allineamento è stato positivo per la Svezia, ci ha tenuti fuori dal conflitto, ma quando la mappa della politica di sicurezza viene ridisegnata, è necessario fare un’analisi aggiornata e prendere decisioni basate su questo“, ha aggiunto.

La Andersson ha proseguito annunciando che il Governo sta conducendo un aggiornamento dell’analisi della politica di sicurezza: “L’ingresso nella Nato è qualcosa a cui molti svedesi stanno pensando in questo momento, ovviamente ci sto pensando molto anche io”, ha concluso.

Resta aggiornato sulle ultime news dall’Italia e dal mondo: segui Virgilio Notizie su Twitter.

russia-jet Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,