,,

Superlega, i club si ritirano: le reazioni da Johnson a Salvini

Il progetto della Superlega naufraga dopo 48 ore: le reazioni della politica da Boris Johnson a Matteo Salvini

La Superlega naufraga dopo due giorni. La competizione chiusa, pensata dalle principali squadre europee, al momento risulta sospesa. “Valuteremo i passi opportuni per rimodellare il progetto”, afferma la Superlega in una nota, anche se non si comprende chi ne faccia parte attualmente, dopo la fuoriuscita di quasi tutti i club. La decisione è stata accolta con favore da milioni di tifosi, come dimostrano i post sui social, ma anche da diversi politici.

Superlega, i club si ritirano: le reazioni da Johnson a Salvini

“Per favore, Milan, fai lo stesso del Manchester City. Questa la traduzione del tweet in inglese del segretario del Pd, Enrico Letta, milanista doc, commentando la decisione della squadra inglese di abbandonare la Superlega, prima della diffusione della bozza del comunicato da parte dell’Ansa.

“Superlega addio? Da Milanista, da sportivo, da italiano dico: bene. Il calcio è di tutti, non di pochi ricchi”, ha scritto anche lui poco prima del comunicato ufficiale il leader della Lega, Matteo Salvini.

Un ruolo importante in questa vicenda lo ha rivestito il primo ministro inglese, Boris Johnson, che poco prima della sospensione della Superlega ha twittato: “La decisione del Chelsea e del Manchester City di abbandonare sul nascere il progetto Superlega “è se confermata, assolutamente giusta e mi complimento con loro” per questo.

Il premier britannico ha insistito nella richiesta che anche le altre società scissioniste, in particolare le quattro inglesi rimaste sino a quel momento (Manchester United, Liverpool, Arsenal e Tottenham) si ritirassero. “Io spero – che anche gli altri club coinvolti nella Superlega europea ne seguano le orme”.

Superlega, quali sono i club rimasti: le parole di Andrea Agnelli

Dopo il tweet di Boris Johnson sono arrivati quelli, in serie, di Manchester United, Liverpool, Arsenal e Tottenham, lasciando nella Superlega solamente sei club: Juventus, Inter, Milan, Atletico Madrid, Barcellona e Real Madrid, alcuni dei quali prossimi all’uscita di scena.

Andrea Agnelli, presidente della Juventus e promotore della Superlega, dopo l’uscita delle inglesi ha dichiarato a Repubblica che “fra i nostri club c’è un patto di sangue, il progetto della Superlega ha il 100% di possibilità di successo, andiamo avanti“.

Il numero uno bianconero non ha chiuso al dialogo con le istituzioni del calcio: “Se ci fanno una proposta, valuteremo”, ha spiegato, ma resta l’obiettivo di “creare la competizione più bella al mondo capace di portare benefici all’intera piramide del calcio, aumentando la distribuzione delle risorse agli altri club e rimanendo aperta con cinque posti disponibili ogni anno per gli altri da definire attraverso il dialogo con le istituzioni del calcio”.

VirgilioNotizie | 21-04-2021 07:35

superlega Fonte foto: ANSA
,,,,,,,