,,

Super Green pass sul lavoro, scatta oggi l'obbligo per gli over 50: le sanzioni e il nodo dei controlli

Da oggi è obbligatorio esibire il Super Green pass sul posto di lavoro per gli over 50: le sanzioni, chi è esente e quali sono i problemi

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Oggi, 15 febbraio 2022, scatta l’obbligo di Super Green pass sul lavoro per tutti i lavoratori over 50. Così, tutti i dipendenti pubblici e privati dovranno esibire la certificazione verde, da vaccino o guarigione, per accedere ai luoghi di lavoro. Il nodo è quello dei controlli, soprattutto per i lavoratori nell’ambito dell’assistenza domiciliare come colf e badanti.

Super green pass sul lavoro, chi è esente?

In alcuni casi è prevista l’esenzione per l’obbligo di Super Green pass. In particolare, “l’obbligo non sussiste in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale o dal medico vaccinatore, nel rispetto delle circolari del Ministero della salute in materia di esenzione dalla vaccinazione anti SARS-CoV-2; in tali casi la vaccinazione può essere omessa o differita”, come si legge nelle FAQ dedicate.

“L’avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale, comprovata dalla notifica effettuata dal medico curante, determina il differimento della vaccinazione”, si legge ancora.

Super green pass sul lavoro, quali sono le sanzioni?

Nel caso di accesso ai luoghi di lavoro in violazione dell’obbligo, per i lavoratori pubblici e privati e i liberi professionisti non vaccinati è prevista una sanzione da 600 a 1.500 euro.

Come già avviene per i lavoratori sprovvisti di Green pass, anche i lavoratori ultra-cinquantenni che dal 15 febbraio 2022 saranno sprovvisti di Green pass rafforzato al momento dell’accesso al luogo di lavoro saranno considerati assenti ingiustificati, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro ma senza diritto alla retribuzione né altro compenso o emolumento, si spiega ancora nelle FAQ del governo.

Super green pass sul lavoro, il nodo dei controlli

Uno dei nodi principali riguarda i controlli per colf, badanti o baby sitter. Già dall’ottobre 2021 è in vigore l’obbligo di Green pass base ma sono ancora il 5 per cento quelli ancora non immunizzati, attorno a quota 40.000.

Green passFonte foto: ANSA
Dal 15 febbraio è obbligatorio il Super Green pass per i lavoratori over 50

Andrea Zini, presidente di Assindatcolf, l’associazione nazionale dei datori di lavoro domestico, ha spiegato al Messaggero: “Una parte di colf, badanti e baby sitter che continuano a rifiutare la vaccinazione è confluita e confluirà nel lavoro nero, senza contratto, senza regole”.

“Va anche ricordato – ha aggiunto Zini – che le famiglie rischiano una sanzione se non controllano che il proprio dipendente abbia il Green pass rafforzato: va dai 400 ai 1.000 euro. Una parte, per quanto minoritaria, pur essendo favorevole alla vaccinazione, si volta dall’altra parte e accetta che badante, baby sitter o colf siano non vaccinati”.

Green pass, così sarà tolto gradualmente: quali attività potranno non richiederlo per prime e quali per ultime Fonte foto: ANSA
Green pass, così sarà tolto gradualmente: quali attività potranno non richiederlo per prime e quali per ultime

Il benessere della tua mente è importante

,,,,,,,,