,,

Strage di Capaci, un pentito svela la sua verità

Secondo il collaboratore di giustizia sarebbe stato un ex poliziotto a piazzare l'esplosivo

Pietro Riggio, ex agente della polizia penitenziaria e collaboratore di giustizia, ha dichiarato che un ex poliziotto avrebbe messo l’esplosivo sotto l’autostrada per preparare l’attentato di Capaci il 23 maggio del 1992. Il 54enne nisseno ha svelato a Repubblica  la sua verità sulla strage in cui furono uccisi il magistrato Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre agenti della polizia di Stato della scorta.

I verbali del collaboratore, come riporta Ansa, sono stati depositati nel processo d’appello Capaci bis che vede processati 5 mafiosi accusati di aver partecipato alla strage.

Secondo le dichiarazioni rilasciate da Riggio, sarebbe stato lo stesso poliziotto, detto “il turco”, a confidargli “di aver partecipato alla fase esecutiva della strage Falcone“.

Il poliziotto, a detta del pentito, “si sarebbe occupato del riempimento del canale di scolo dell’autostrada con l’esplosivo, un’operazione eseguita tramite l’utilizzo di skate-board“.

Le dichiarazioni risalgono al 7 giugno dell’anno scorso e il pentito ha precisato di non aver parlato fino ad allora perché aveva paura “di mettere a verbale certi argomenti, temevo ritorsioni per me e per la mia famiglia”.

“Ma, adesso, i tempi sono maturi perché si possano trattare certi argomenti“, ha dichiarato Riggio, condannato per mafia e estorsioni. Il pentito collabora con la magistratura da 11 anni.

VIRGILIO NOTIZIE | 23-10-2019 10:11

strage-capaci-pentito Fonte foto: Ansa
,,,,,,,