,,

Stefano Puzzer con Gianluigi Paragone e Italexit: il leader dei portuali No Pass di Trieste entra in politica

Chi è l'ex giornalista e pentastellato e quali sono le posizioni di Italexit: le parole del leader che ha guidato la protesta in Friuli

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Il leader No Green Pass Stefano Puzzer, che ha guidato la protesta dei lavoratori portuali contro l’obbligo di Green Pass, si è candidato con Italexit di Gianluigi Paragone in vista delle elezioni politiche del 25 settembre.

In lista con Puzzer anche Franco Zonta e Andrea Donaggio, che hanno fondato il comitato “La gente come noi”.

Stefano Puzzer candidato con Italexit, le sue parole: “Battaglia contro il vaccino obbligatorio”

La notizia è stata data dal sito di informazione Trieste Cafè. All’Ansa è poi arrivata la conferma da parte del diretto interessato: “Il programma politico – queste le parole del leader dei portuali No Pass – è battaglia contro il vaccino obbligatorio, contro il Green pass e contro l’invio di armi all’Ucraina, con una particolare attenzione ai problemi finanziari dell’Italia, che sembra tutti sottovalutino”.

Gianluigi Paragone con i sostenitori di Italexit.Fonte foto: ANSA
Gianluigi Paragone con i sostenitori di Italexit.

Chi è Stefano Puzzer, dalla testa delle proteste No Pass a una candidatura con il partito di Paragone

Stefano Puzzer era un gruista del porto di Trieste, ma ad aprile sarebbe stato licenziato. È sposato e ha un figlio. Nonostante abbia guidato la protesta dei No Green Pass insieme ai portuali di Trieste, ha spiegato di essersi più volte vaccinato, ma che, nonostante ciò, si considera tuttavia contrario al certificato verde obbligatorio per accedere al luogo di lavoro.

Che cos’è Italexit e chi è Gianluigi Paragone: da giornalista alle fila del Movimento Cinque Stelle, poi l’espulsione

Italexit, nome completo “Italexit – Per l’Italia con Paragone”, è un partito politico antieuropeo fondato da Gianluigi Paragone, ex giornalista e attualmente senatore. La sua ideologia politica può essere avvicinata a quella di Nigel Farage e del suo Brexit Party, che ha avuto l’obiettivo di portare il Regno Unito fuori dall’Ue: lo stesso vorrebbe Italexit per l’Italia.

Paragone si è candidato, ed è stato eletto, nel Movimento Cinque Stelle, ma è stato espulso dal gruppo dei pentastellati a gennaio 2020, perché si è fermamente opposto all’alleanza di governo dell’M5s con il Partito Democratico (Conte II, sostenuto dalla maggioranza cosiddetta giallorossa).

A luglio la fondazione di Italexit: il partito ha assunto posizioni radicali anche sul tema del vaccino: Paragone è fermamente contrario all’obbligo e ha reso pubblico il suo non essersi immunizzato, definendola “una guerra di religione”.

stefano puzzer Fonte foto: ANSA
,,,,,,,