,,

Statua di Montanelli, aggiunta una bambola dagli attivisti

Nuovo attacco al mausoleo del giornalista a Milano. Nelle parole dell'attivista Mayer i motivi di questo nuovo blitz

Non si placano i blitz contro la statua di Indro Montanelli a Milano. Il nuovo gesto degli attivisti stavolta non ha imbrattato il mausoleo che ricorda il giornalista ma si è “limitato” ad aggiungere un fantoccio di una bambina che ricorda nelle intenzioni del segno di protesta la ragazzina 12enne eritrea che Montanelli sposò durante il colonialismo.

A rivendicare il blitz è stata l’attivista Cristina Donati Meyer che ha superato la recinzione e le transenne poste dopo l’imbrattamento con la vernice delle scorse settimane, per mettere in braccio alla statua di Montanella un bamboloccio che rappresenta, come rivendicato, “la dodicenne schiava sessuale, che il giornalista comprò in Eritrea, durante l’occupazione italiana”.

Sempre la Mayer, prima di essere fermata dalla Polizia, fermata e identificata, ha affisso un volantino che recitava: “Il monumento a Indro Montanelli, così, è completo. Non occorreva colorare la statua, era sufficiente aggiungere sulle ginocchia la bambina eritrea di 12 anni della quale abusò da soldato colonialista”.

Sui social poi l’attivista ha concluso il suo pensiero: “Non era mia intenzione deturpare il monumento. Quella statua ha avuto, dopo oltre un decennio, un ruolo fondamentale per riaccendere una discussione e una riflessione, mai fatta in Italia, su cosa significò l’invasione e colonizzazione italiana. Dovremmo essere tutti grati a Montanelli e al suo monumento – conclude – il quale, fungendo in taluni casi da capro espiatorio, ha consentito alle italiane e agli italiani di conoscere e fare i conti con un passato orrendo: quello delle guerre e aggressioni coloniali del fascismo”.

VIRGILIO NOTIZIE | 29-06-2020 10:40

Milano, imbrattata la statua di Indro Montanelli: le immagini Fonte foto: Ansa
Milano, imbrattata la statua di Indro Montanelli: le immagini
,,,,,,,