,,

Spari in zona Corviale a Roma in largo Odoardo Tabacchi: un morto e un ferito, autori in fuga in auto

Violenza a Roma dove due giovani sono stati raggiunti da alcuni colpi sparati in strada in zona Corviale: un 33enne è morto

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Attimi di paura in zona Corviale a Roma, dove nella serata di lunedì 15 gennaio 2024 alcuni spari hanno raggiunto due giovani tra largo Odoardo Tabacchi e via Ettore Ferrari, nei pressi delle stazioni Trullo e Complesso Eur. Un vero e proprio agguato ai danni di due ragazzi, di cui uno è morto dopo essere giunto in condizioni critiche al San Camillo. Gli autori si sarebbero allontanati in auto.

Spari in zona Corviale a Roma

A rendere noto l’agguato è stata Unarma, associazione sindacale Carabinieri, che con una nota firmata dal segretario generale Antonio Nicolosi ha raccontato dell’episodio violento avvenuto nella Capitale.

Secondo quanto riferito, infatti, due giovani sono stati raggiunti da diversi colpi di pistola. Non è ancora chiaro il motivo dell’attacco, ma si ipotizza possa essersi trattato di un regolamento di conti.

Spari in zona Corviale a Roma in largo Odoardo Tabacchi: un morto e un ferito, autori in fuga in autoFonte foto: ANSA
I carabinieri sul luogo dell’agguato a Roma

Un morto nell’agguato

Unarma, per conto del segretario generale Antonio Nicolosi, ha fatto sapere che nell’agguato un 33enne era stato “colpito gravemente al torace”. L’uomo, trasportato d’urgenza al San Camillo, è però deceduto poco dopo.

Si tratterebbe di Cristiano Molè, raggiunto da una raffica di colpi mentre si trovava all’interno della propria auto sotto casa.

L’altro, invece, non desta preoccupazioni dopo essere stato raggiunto da un colpo all’altezza della gamba.

Gli autori in fuga in auto

Dai carabinieri, poi, è arrivato anche l’appello ai cittadini romani a segnalare il passaggio di una Fiat Panda bianca sospetta, sulla quale si sarebbero allontanati gli autori dell’agguato.

“L’autore o gli autori di questo vile attacco sono in fuga a bordo di un’auto Fiat Panda bianca. Le forze dell’Arma stanno attivamente perseguendo i responsabili per garantire giustizia” hanno fatto sapere da Unarma.

Il segretario Nicolosi ha quindi rivolto un pensiero “alle vittime” e ha sottolineato di essere “in contatto con le autorità per assicurare il massimo impegno nelle indagini”.

Ma ha anche manifestato “profonda preoccupazione e sdegno per l’ennesimo atto di violenza avvenuto in largo Odoardo Tabacchi e via Ettore Ferrari”.

La pista del regolamento di conti

Secondo una prima ipotesi, visti che i due raggiunti dagli spari avrebbero dei precedenti, quanto accaduto potrebbe essere riconducibile a un regolamento di conti, forse per droga, in una delle principali piazze di spaccio della Capitale.

L’altro giovane ferito sarebbe già stato sentito dalle forze dell’ordine. A indagare anche i magistrati dell’antimafia di Roma.

TAG:

carabinieri-roma Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,