,,

Spara in diversi punti di Sion e causa due morti, poi fugge in auto: conosceva le vittime, arrestato killer

Un 36enne è ricercato dopo aver sparato e ucciso diverse persone a Sion, in Svizzera

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Il 36enne Sébastien Robin è stato arrestato dopo aver sparato e ucciso due persone a Sion, in Svizzera, nella mattina di lunedì 11 dicembre 2023. Dopo aver esploso i colpi l’uomo si era dato alla fuga, ma dopo diverse ore è stato fermato dalla polizia Crans-Montana.

Spari in città a Sion

Gli episodi di violenza sono stati registrati in varie parti di Sion nella mattina di lunedì 11 dicembre 2023. In mattinata, infatti, l’uomo avrebbe aperto il fuoco in varie parti della città, provocando due morti.

Secondo i media elvetici, pare che il killer conoscesse le vittime, ma non è ancora chiaro quali siano stati i motivi che lo avrebbero portato a uccidere.

Spara in diversi punti di Sion e causa due morti, poi fugge in auto: conosceva le vittime, caccia all'uomoFonte foto: ANSA

Le vittime, riferiscono i media elvetici, sarebbero una 34enne e un 41enne, entrambi vallesani. Una terza persona, di 49 anni, è rimasta ferita.

La fuga del killer

L’uomo ricercato e successivamente arrestato è il 36enne Sébastien Robin, che conosceva le persone uccise. L’uomo si era dato alla fuga a bordo della sua automobile, una Peugeot 206 cabriolet di color grigio metallizzato, con la polizia elvetica che aveva anche diramato il numero di targa dell’auto precisando che la caccia all’uomo era aperta sia su Sion che su tutto il resto del territorio vallesano.

Dopo aver organizzato un dispiegamento ampio delle forze dell’ordine svizzere per rintracciare e fermare il 36enne, definito altamente pericoloso, nel pomeriggio è arrivata la notizia dell’arresto dell’uomo. Il 36enne si trovava nella regione di Saint-Léonard.

Secondo quanto trapela pare che Robin fosse già un volto noto alle autorità elvetiche, in quanto al centro di uno o più procedimenti giudiziari. Dai suoi profili social, poi, emergono segni di instabilità con una serie di post minacciosi su Facebook nelle scorse settimane, in cui aveva avvertito fra le altre cose di saper essere “crudele e spietato”.

Le prime ipotesi

Secondo quanto riferito dai media elvetici, pare che le vittime fossero conoscenti del killer. Secondo quanto riferito, pare che la donna rimasta uccisa sia stata più volte presa di mira dal 36enne per avere una relazione.

L’uomo morto, invece, sarebbe uno degli ex datori di lavoro del killer. Secondo quanto riportano i quotidiani locali, il 41enne ucciso era il responsabile dell’impresa per la quale Sébastien Robin aveva lavorato in passato. Ferita una 49enne, che secondo quanto riferito dai giornali sarebbe la segretaria dell’impresa di verniciatura.

sion Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,