,,

Concorsi truccati all'Università di Catania. Sospeso il Rettore

Oltre 60 indagati in vari atenei della Penisola. Coinvolto anche il Rettore de La Sapienza di Roma

Concorsi truccati all’Università di Catania, cuciti su misura addosso a chi doveva vincerli. Nessuno spazio per il merito: gli altri candidati erano “da schiacciare” e chi osava fare ricorso avrebbe dovuto “piangere“. È quanto emerso dall’indagine della Digos della Questura di Catania coordinata dalla Procura etnea.

Il Rettore Francesco Basile è stato sospeso, insieme ad altri nove professori con posizioni apicali all’interno dell’Ateneo. I capi di accusa, riporta ANSA, sarebbero associazione a delinquere, corruzione e turbativa d’asta. Tra gli indagati anche altri due rettori, Eugenio Gaudio, de La Sapienza di Roma, e Marco Montorsi, dell’Humanitas University di Rozzano.

Nel fasciscolo aperto su accertamenti della Digos, sarebbero iscritti complessivamente 66 indagati: 40 docenti dell’Università di Catania e 20 degli atenei di Bologna, Cagliari, Catanzaro, Chieti-Pescara, Firenze, Messina, Milano, Napoli, Padova, Roma, Trieste, Venezia e Verona. I concorsi truccati sarebbero 27, ma gli inquirenti starebbero passando a vaglio altre 97 procedure concorsuali.

Le regole del codice sommerso emerso nell’indagine, denominata “Università Bandita”, avrebbero previsto anche sanzioni: ritardi nella progressione della carriera o esclusioni da ogni valutazione oggettiva del proprio curriculum scientifico. Tutti i concorsi, riporta ANSA, sarebbero stati organizzati sulla base del vincitore.

 

VirgilioNotizie | 29-06-2019 09:00

universita-catania-rettorato-rettore-sospeso-indagine Fonte foto: Wikimedia
,,,,,,,