,,

Sora, il parroco e l'omelia contro i migranti: è polemica

"Hanno telefonini o catenine e catene al collo. Ma quali persecuzioni?", ha detto il prete durante l'omelia

Ha scatenato diverse polemiche l’omelia fatta da un parroco a Sora, cittadina in provincia di Frosinone. “Vanno a soccorrere persone che hanno telefonini o catenine e catene al collo e che dicono di venire dalle persecuzioni. Ma quali persecuzioni?“. Questo l’inizio del discorso fatto da Don Donato Piacentini in occasione della festa di San Rocco, ripreso da Repubblica.

“Guardiamoci intorno, guardiamo la nostra città, la nostra patria. Guardiamo le persone accanto, che hanno bisogno e quante ne conosco io, sono tante, tantissime, una marea che si vergognano del loro stato di vita”.

Le parole del parroco sono state accolte con diverse proteste e qualche applauso. Secondo quanto ricostruito da Tgcom24, il sacerdote è un sostenitore del ministro dell’Interno Matteo Salvini, infatti sul suo profilo social sarebbero diversi i post in favore del leader leghista: in uno aveva anche fatto richiesta di poterlo contattare per telefono. Dopo che il video dell’omelia è stato reso pubblico sui social, è arrivata la condanna del vescovo di Sora, monsignor Gerardo Antonazzo: “Scelte personali discutibili, ribadiamo il nostro impegno, insieme alla Caritas, per l’accoglienza dei migranti”.

Anche la diocesi del piccolo comune prende le distanze e, con una nota ufficiale, ha sottolineato come “uno dei cardini fondamentali della vita di San Rocco è stata proprio la scelta evangelica del ‘prima gli altri per amore di Cristo povero e sofferente’ ribadendo dunque l’impegno cristiano all’accoglienza dei migranti”.

VIRGILIO NOTIZIE | 17-08-2019 15:37

parroco-omelia Fonte foto: 123rf foto
,,,,,,,