,,

Sondrio: muore bimba nigeriana, razzismo in ospedale. Proposta 5S

La mamma della giovane vittima è stata derisa ed insultata in sala d'attesa. A commentare l'accaduto, sgomenta, anche Giorgia Meloni

Episodio di razzismo all’ospedale civile di Sondrio dove sabato una bimba di appena 5 mesi ha perso la vita. Secondo quanto riportato da Ansa, dopo la morte della piccola, le urla della mamma 22enne hanno rimbombato in tutta la sala d’attesa dove delle persone l’hanno derisa dicendole: “Taci scimmia, tanto ne sfornate uno all’anno”.

La storia, raccontata da Sondriotoday, ha fatto il giro del web provocando numerose reazioni di sgomento nel popolo social e politico.

La mattina di sabato scorso, 14 dicembre, la mamma della piccola, una donna nigeriana residente a Sondrio, si era accorta che la piccola non stava bene e non respirava normalmente. Scesa in strada chiedendo aiuto ha trovato un uomo che ha portato lei e la piccolina in ospedale in auto. Quando sono arrivati al Pronto soccorso dell’ospedale civile di Sondrio, però, la bimba era in condizioni disperate e non respirava già da tempo.

I medici che l’hanno presa in cura non hanno potuto salvarle la vita. Poco dopo al nosocomio è arrivato anche il papà della neonata, avvisato dalla madre, e i genitori hanno purtroppo ricevuto la terribile notizia.

Alla scena che è seguita ha assistito una giovane, Francesca Gugiatti, che era al pronto soccorso per un malore e che poi ha scritto su Facebook: “Dalla sala d’attesa iniziano commenti di ogni tipo. Chi parla di riti tribali, chi di satanismo, chi di scimmie, chi di ‘tradizioni loro’, chi di manicomi. Giudizi, parole poco appropriate, cattiveria, tanta”.

“La tristezza ha iniziato ad invadermi. Nel frattempo ho sperato più che mai che calasse il silenzio fra le voci insopportabili e malvagie di quegli individui. E invece no, anche di fronte alla morte di un innocente, le voci hanno continuato. La più tremenda è stata: ‘tanto loro ne sfornano uno all’anno’. Siete davvero schifosi” le parole della giovane, raccontate poi in piazza nel corso della manifestazione delle sardine a Sondrio.

Razzismo in ospedale, le reazioni della politica

La notizia, condivisa in larga scala sui social, è arrivata anche agli ambienti della politica italiana. Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, ha commentato sgomenta sui social quanto accaduto: “A Sondrio una donna nigeriana derisa in ospedale perché urlava per la morte della figlia di soli cinque mesi. Da madre non posso che provare profondo disprezzo per chi è così infame da insultare una donna straziata dal dolore più atroce che un essere umano possa provare. Non ho parole, che schifo”.

“La società civile si sta trasformando in qualcosa di mostruoso. Esseri non umani che hanno oltraggiato con viscide parole e incomprensibili rancori culturali la morte di una bambina di soli cinque mesi”. Questo il commento del gruppo del Movimento 5 Stelle in Regione Lombardia, che poi ha proseguito: “Solo le grida di dolore di una madre che perde la propria creatura non possono essere umane, non i commenti razzisti e schifosi! Ci stiamo trasformando in bestie, siamo incapaci anche di provare pena, non sappiamo donare più nulla dai nostri cuori”. ”

Il consigliere 5s Raffaele Erba ha poi proposto: “È un momento di grande tristezza, questo clima inumano e razzista va stigmatizzato con tutte le forze. Vorremmo metterci a disposizione della famiglia e chiedere di contattarci per offrire un contributo per le spese funerarie a testimonianza che il nostro è e sarà un paese civile e solidale”.

“Inoltre chiediamo che Regione Lombardia decida finalmente di investire in politiche di inclusione, formazione a partire dalle scuole e campagne di sensibilizzazione che abbiano effetti concreti” ha concluso il consigliere.

VIRGILIO NOTIZIE | 18-12-2019 14:13

ospedale-sondrio Fonte foto: Ansa
,,,,,,,