,,

Sondaggi: italiani più pessimisti nel 2019, preoccupa il lavoro

Diminuiscono le preoccupazioni su immigrazione e sicurezza rispetto all'anno scorso

Gli italiani si preoccupano di meno per immigrazione e sicurezza rispetto all’anno scorso, ma sono anche più pessimisti. A dirlo è un sondaggio di Ipsos per il Corriere della Sera. Secondo i dati raccolti, quasi un italiano su due, ovvero il 49% degli intervistati, ritiene che il Paese stia andando nella direzione sbagliata. Nel 2018 lo pensava il 39% degli intervistati.

Il 21% invece sostiene che il Paese sia sulla strada giusta, percentuale che cala del 14% rispetto all’anno scorso. Il 30% delle persone ascoltate da Ipsos sospende invece il giudizio.

Solo il 15% degli italiani, secondo il sondaggio pubblicato dal Corriere della Sera, esprime un giudizio positivo sull’economia del Paese. Anche questo dato è in calo rispetto al 2018, di ben 3 punti percentuali. Il 76% degli intervistati ha un parere negativo sulla condizione economica dell’Italia.

Il 53% degli intervistati non intravede segnali di ripresa, il 24% ritiene che ci siano alcune avvisaglie e solo il 2% ritiene che ci siano evidenti segnali di miglioramento.

A cambiare maggiormente rispetto allo scorso anno è la graduatoria delle paure degli italiani. Il 77% degli intervistati ha indicato spontaneamente il lavoro e l’economia come priorità del Paese, il 43% il funzionamento delle istituzioni e della politica, e il 36% il sistema di welfare.

La preoccupazione nei confronti del tema dell’immigrazione passa dal 37% al 23%. In calo anche il tema della sicurezza, che arriva al 22%. Aumenta invece l’attenzione per l’ambiente, per il 14% degli italiani, e la mobilità, per il 2%.

Rispetto alle prospettive personali, economiche e familiari, quasi un italiano su 2, ovvero il 46% delle persone intervistate da Ipsos, non si attende cambiamenti. Il 24% è pessimista, e il 22% ottimista.

VIRGILIO NOTIZIE | 30-12-2019 09:05

Le notizie più importanti dell'anno: cos'è successo nel 2019 Fonte foto: Ansa
Le notizie più importanti dell'anno: cos'è successo nel 2019
,,,,,,,