,,

Sicilia, frode internazionale sui carburanti: sequestri per 25 milioni di euro, scoperti due gruppi criminali

Individuati due gruppi criminali che commercializzavano prodotti petroliferi illegalmente introdotti in Italia: sequestri per 25 milioni di euro

Pubblicato il:

La Guardia di Finanza ha individuato due gruppi criminali che vendevano prodotti petroliferi illegalmente introdotti in Italia, per la successiva vendita a basso costo, in evasione dell’Iva e delle accise, oltre a gasolio per uso agricolo e miscele non autorizzate.

L’indagine

I due gruppi criminali sono stati individuati grazie all’inchiesta portata avanti dalla Guardia di finanza di Catania e del Gruppo operativo regionale anti frode.

L’indagine, secondo quanto riportato dall’agenzia Agi, è stata coordinata dalla procura europea di Palermo e affidata ai finanzieri di Catania e ai funzionari dell’Agenzia delle accise, delle dogane e dei monopoli della Dt VII Sicilia.

Sequestri per 25 milioni di euro

Nell’ambito dell’operazione, denominata “Black blend” sono state eseguite, nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria, misure cautelari per un valore di circa 25 milioni di euro.

Nel mirino della finanza sono finite 8 società e 2 ditte individuali.

13 indagati

Sono 13 le persone indagate nell’ambito dell’indagine sulla frode internazionale di carburanti che ha portato a sequestri milionari in Sicilia e Calabria.

Guardia di FinanzaFonte foto: ANSA
L’Inchiesta della Guardia di Finanza di Catania

Gli indagati sono ritenuti, a vario titolo, responsabili dei reati di sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa su prodotti energetici.

Accuse anche di infedele dichiarazione dei redditi, emissione di fatture per operazioni inesistenti e omessa dichiarazione dei redditi al fine di evadere l’imposta sul valore aggiunto.

TAG:

sirene Fonte foto: 123RF
,,,,,,,,