,,

Si laurea in Fisica alla Sapienza senza aver sostenuto gli esami: a processo professore di Economia

Per il professore si sarebbe trattato di un errore, dipeso anche dallo smart working del Covid e dall'aggiornamento del sistema informatico

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Sergio Barile, professore di Economia presso l’Università di Roma La Sapienza, avrebbe discusso la tesi di laurea in Fisica senza aver soddisfatto il requisito indispensabile del superamento degli esami.

Ora l’uomo è stato rinviato a giudizio con l’accusa di induzione in falsità ideologica. Il processo dovrà stabilire se davvero il docente abbia approfittato di un caso di omonimia.

Professore della Sapienza a processo per non aver sostenuto gli esami: cosa è successo

L’ipotesi è quindi che due persone con identico nome e cognome si fossero iscritte a Fisica: entrambe si chiamavano Paolo Barile. Uno (quello finito in Tribunale) non dà nessun esame, l’altro invece prosegue nel suo percorso di studi.

La svolta, per il Barile di Economia, arriva quando la segreteria lo convoca e gli dice che è autorizzato alla discussione della tesi.

Si sarebbe trattato di un errore, ma gli addetti all’amministrazione della prima università di Roma non se ne sarebbero accorti, creando il caso: un errore che, secondo l’accusa, non poteva non essere notato dal docente, che sarebbe stato zitto preferendo intascare una laurea alla quale non avrebbe avuto alcun diritto.

La difesa di Paolo Barile, cosa ha risposto ai giudici il professore di Economia

Barile tuttavia si è difeso dicendo di aver fatto notare l’errore al personale della segreteria, che lo avrebbe a questo punto rassicurato. “Si accusava il mio assistito di aver architettato tutto dal principio”, gli fa eco l’avvocato difensore Generoso Pagliarulo, reato che è poi caduto davanti al gup, l’altro (il principale) è stato depotenziato.

Si laurea senza aver sostenuto gli esami, la difesa: “Gli uffici erano in smart working per via del Covid”

“Normalmente, prima della laurea, la segreteria didattica procede alla ricostruzione di carriera dello studente – ha spiegato, in un’intervista rilasciata a La Repubblica, Barile – dove vengono ricapitolati tutti gli esami e si fa un riscontro definitivo”.

“Nel mio caso però – ha continuato – come in molti altri in quel periodo, questo procedimento amministrativo non c’è stato perché gli uffici erano in smart working per via del Covid”.

“Lo scambio di persona è avvenuto non solo perché abbiamo lo stesso nome e perché siamo nati nello stesso giorno, ma il mio omonimo si è iscritto fuori corso nello stesso giorno in cui io mi sono iscritto al corso di laurea in Fisica. Non solo – si legge nel botta e risposta pubblicato sul giornale – proprio in quei mesi il cervellone della Sapienza è migrato da un sistema informatico a un altro”.

rettorato sapienza Fonte foto: ANSA
,,,,,,,