,,

Incidente mortale alla Sevel: la vittima è un operaio 29enne

L'uomo è rimasto schiacciato da un supporto di ferro dell'impianto robotico cadutogli addosso, l'impianto era chiuso per le ferie natalizie

Un operaio di una ditta esterna è morto all’interno della Sevel di Atessa, in provincia di Chieti. Secondo una prima ricostruzione resa nota da Ansa la vittima, il 29enne Cristian Perilli, sarebbe stata schiacciata da un supporto di ferro dell’impianto robotico cadutogli addosso.

Inutili i soccorsi prestati dal 118 che ha inviato anche l’elisoccorso. L’incidente è avvenuto poco dopo mezzogiorno nel reparto Lastratura, la cui area è stata transennata e posta sotto sequestro.

Sul posto per le indagini i carabinieri di Atessa. Perilli, secondo quanto riferito da Ansa, era dipendente della società Comau, ex gruppo Fiat, che si occupa di robotica e impiantistica tecnologica. In questi giorni la Sevel è chiusa per le ferie natalizie ed erano in corso lavori di manutenzione alle linee di produzione.

Incidente mortale sul lavoro, il cordoglio

Daniele Marinelli ha rilasciato un comunicato per conto della sezione abruzzese del Pd: “Esprimiamo profondo dolore per la tragedia che questa mattina ha spezzato la vita di un giovane lavoratore nello stabilimento Sevel in Val di Sangro. Assistiamo ormai a una vera e propria strage quotidiana sui luoghi di lavoro. Bisogna unirsi in uno sforzo straordinario per favorire una maggiore sicurezza per le lavoratrici e per i lavoratori, perché si interrompa questa tragedia senza fine. È inaccettabile che si continui a morire di lavoro ed è necessario impegnarsi da subito perché questa consapevolezza diventi priorità assoluta per le istituzioni di questo Paese. Rabbia e tristezza in questo caso sono acuite, se possibile, dalla giovanissima età della vittima. Alla famiglia vanno tutta la nostra vicinanza ed il nostro cordoglio”.

Annamaria Furlan, segretaria generale della Cisl, ha scritto sui social: “Aveva appena 29 anni il giovane morto sul lavoro ad Atessa in Abruzzo. Tutta la nostra vicinanza alla sua famiglia. Orribile iniziare l’anno con nuove vittime sul lavoro. Una strage continua che dobbiamo tutti fermare. La sicurezza deve diventare la nostra priorità anche nel 2020″.

Cordoglio anche dal segretario generale Fiom Chieti Alfredo Fegatelli e il segretario Fiom nazionale Michele De Palma: “Ancora un morto sul lavoro, un giovane lavoratore, che mentre la produzione è ferma era in fabbrica per la manutenzione degli impianti. La Fiom esprime solidarietà alla famiglia del lavoratore. La Fiom ha già chiesto un incontro con la presenza dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Salute e la Sicurezza per ricevere tutte le informazioni. Il nuovo anno comincia come si è chiuso: è inaccettabile che i lavoratori rischiano infortuni o addirittura perdano la vita. C’è una responsabilità di prevenzione e controllo delle imprese e delle istituzioni pubbliche. È necessario intervenire con urgenza! La Fiom seguirà a tutti i livelli quanto accaduto, per intervenire sulle cause e per impedire che i lavoratori rischino la propria incolumità”.

In una nota Fca ha espresso il proprio cordoglio per la morte di Cristian Perilli: “FCA esprime profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia per la tragica scomparsa di Christian Terilli, dipendente della ditta Sinergia, deceduto questa mattina nello stabilimento della Sevel di Atessa durante un intervento di manutenzione per conto della Comau, società del Gruppo FCA. L’Azienda, per quanto di sua competenza, sta collaborando attivamente con le autorità competenti che stanno compiendo gli accertamenti sulle cause dell’incidente drammatico ed eccezionale”.

VIRGILIO NOTIZIE | 03-01-2020 19:40

ambulanza Fonte foto: iStock
,,,,,,,