,,

Voto al Senato a 18 anni e nuove Regioni: cosa potrebbe cambiare

Le novità arrivano da un disegno di legge e un emendamento sul referendum propositivo, entrambi di riforma costituzionale

La commissione Affari Costituzionali della Camera ha approvato il disegno di legge di riforma costituzionale del voto per il Senato. L’età necessaria per esprimere una preferenza alle urne si abbasserebbe da 25 a 18 anni, analogamente a quanto avviene già per la Camera.

Il provvedimento, di iniziativa PD e Movimento 5 Stelle, è stato accolto positivamente da tutti i gruppi, tranne quello di Fratelli d’Italia, che si è astenuto. Il 22 luglio il testo approderà in Aula. Nel mentre la Lega ha depositato in Senato un emendamento – l’unico del Carroccio tra i 503 presentati, come ricorda ANSA – che potrebbe cambiare la geografia italiana.

La proposta, presentata da Roberto Calderoli, Maria Saponara e Daisy Pirovano, prevede nuovi meccanismi per facilitare l’accorpamento di Regioni o la creazione di una nuova Regione, con almeno un milione di abitanti, come la Romagna. Se approvato, farebbe tornare in Camera il testo del disegno di legge costituzionale sul referendum propositivo.

VirgilioNotizie | 27-06-2019 19:15

parlamento-italiano Fonte foto: ANSA
,,,,,,,