,,

Liliana Segre, fioccano le proposte di cittadinanza onoraria

Diversi Comuni hanno proposto la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, ora sotto scorta a causa delle minacce ricevute

Dopo la notizia dell’assegnazione della scorta a Liliana Segre, vittima di insulti e minacce, sono arrivate da più parti d’Italia proposte per conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita, sopravvissuta all’Olocausto. Lo riferisce l’Ansa. Intanto proseguono le polemiche politiche, con un acceso botta e risposta tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio.

Reggio Calabria vuole riconoscere la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, vittima del nazismo, del fascismo, dell’ignoranza di ieri e di oggi”. È quanto afferma in una nota il sindaco Giuseppe Falcomatà.

“Non servono i legami fisici con la città. La senatrice a vita Liliana Segre – spiega – è storicamente ed umanamente unita alla vita del nostro Paese, dei nostri territori, di ogni piccolo paesino che ha pagato un prezzo altissimo subendo l’aberrazione fascista e nazista”.

“L’unione che c’è fra Reggio Calabria e la senatrice Liliana Segre si fonda sul fatto che il nostro Comune segue i principi fondamentali della Carta Costituzionale, dichiarandosi marcatamente antifascista, ed in lei riconosciamo l’idea di città che stiamo costruendo”.

“Quell’aberrazione, la senatrice Segre l’ha patita sulla propria pelle dove porta, indelebile, il marchio nazista che ne ricorda i trascorsi nel campo di concentramento di Auschwitz e la viva testimonianza della catastrofe che fu la Shoah”, conclude Falcomatà.

Un’analoga proposta è arrivata dal sindaco leghista di Ferrara, Alan Fabbri: “Ferrara proporrà a Liliana Segre la cittadinanza onoraria. In questo modo vogliamo onorare la storia personale della senatrice, simbolo delle immense sofferenze di un popolo che ha a Ferrara una rappresentanza forte e coesa”.

“Si tratta di un gesto dovuto alla luce della storia del nostro Paese – ha spiegato Fabbri – che vuole rappresentare il profondo rispetto per tutte le vittime della Shoah, ferraresi e non. Ci auguriamo che questo metta fine a ogni tensione e a ogni strumentalizzazione, che altro non può fare se non nuocere alla coesione sociale che, in particolare su questo tema, ha sempre caratterizzato la nostra città”.

Martedì scorso è stata la città di Varese a concedere la cittadinanza onoraria a Liliana Segre. La mozione presentata in Consiglio comunale è stata votata all’unanimità. “La cosa importante, oltre al voto unanime, è la grande partecipazione dei cittadini. Varese ha dato prova di grande forza democratica”, ha commentato il sindaco Davide Galimberti (Pd).

Una prosta simile è stata invece bocciata dal Consiglio comunale di Pescara: secondo il capogruppo locale della Lega “manca un legame con il nostro territorio”.

Queste le dichiarazioni del sindaco Carlo Masci, di Forza Italia: “Sarei onorato e fiero di annoverare come concittadina una personalità come Liliana Segre, ma allo stesso tempo non posso non rilevare che ​tale concessione deve consolidare un legame preesistente e non può calare dalla rutilante iniziativa estemporanea di una consigliera comunale”.

VIRGILIO NOTIZIE | 08-11-2019 17:24

Liliana Segre, le prime foto con la scorta a Milano Fonte foto: Ansa
Liliana Segre, le prime foto con la scorta a Milano
,,,,,,,