,,

Sea Watch: Matteo Salvini sfida l'Olanda. Indagata Carola Rackete

Carola Rackete nel registro degli indagati per la Procura di Agrigento. Il ministro degli Interni è intervenuto in radio.

È in corso una perquisizione da parte della Guardia di Finanza a bordo della Sea Watch 3, ferma a mezzo miglio al largo di Lampedusa. I finanzieri sarebbero saliti a bordo su disposizione dei pm di Agrigento, anche per notificare alla comandante Carola Rackete l’iscrizione nel registro degli indagati.

La donna è indagata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per rifiuto di obbedienza a nave da guerra, secondo quanto previsto dal codice della navigazione. In queste ore Matteo Salvini ha fatto sapere che non ci sarebbe la volontà di collaborare da parte dell’Olanda.

Matteo Salvini ancora contro l’Olanda

Matteo Salvini, intervenuto a Un giorno da Pecora, su Rai Radio 1, si è espresso sulla questione: “Il comportamento del governo olandese è disgustoso. Se ne strafregano di una nave che batte bandiera olandese. Ho scritto alla collega agli Interni del governo olandese, senza avere uno straccio di risposta“.

Già questa mattina il ministro dell’Interno, da Genova, presenziando alla demolizione del Ponte Morandi, aveva parlato di Sea Watch 3 ai microfoni ANSA: “Ci sono un equipaggio fuorilegge e un comandante fuorilegge che vanno fermati, arrestati e espulsi. C’è una nave che continua a non rispettare regole, leggi e buon senso. Quindi, mi aspetto multe, sequestri, arresti, blocchi, allontanamenti e mi aspetto anche che l’Unione Europea dia cenni di vita”.

L’intervento di Carola Rackete, indagata

Il capitano della Sea Watch 3 ha risposto alle domande dei giornalisti della sala stampa estera in occasione di una diretta Skype. Queste le parole di Carola Rackete riportate da ANSA: “Cibo e acqua non sono il problema. Quello vero di problema è che, sfortunatamente, a bordo non abbiamo psicologi perché queste persone hanno subito molti traumi e non abbiamo personale specializzato. Per farli distrarre, li facciamo giocare a carte, li intratteniamo, insegniamo le lingue e cantiamo diverse canzoni. Così, facciamo passare questa orribile attesa“.

Carola Rackete ha riferito che ai migranti viene fornito cibo tre volte al giorno, ma ha aggiunto: “Lavarsi è molto difficile poiché non abbiamo abbastanza acqua potabile a bordo. Anche i tre servizi igienici sono diventati critici”.

La portavoce di Sea Watch Giorgia Linardi ha aggiunto: “Abbiamo un dovere, cioè quello di portare queste persone a terra. Il problema è che, anche una volta arrivati sulla banchina, non possiamo buttare le persone fuori dalla nave e abbandonarle sul molo dove, ovviamente, ci sarebbe uno spiegamento di forze dell’ordine inimmaginabile perché il ministro dell’Interno possa mostrare al mondo la sua potenza. La nostra priorità è procedere in un modo che sia il più possibile delicato e meno traumatizzante per loro”.

VirgilioNotizie | 28-06-2019 15:40

matteo-salvini-sea-watch-3-olanda-carola-rackete Fonte foto: ANSA
,,,,,,,