,,

Sea Watch, Carola Rackete arrestata: le accuse e cosa rischia

Cosa rischia Carola Rackete, la comandante della Sea Watch arrestata dopo lo sbarco a Lampedusa

La comandante della Sea Watch Carola Rackete si trova attualmente agli arresti domiciliari dopo essere stata arrestata in flagranza di reato per aver portato a termine, senza autorizzazione, l’operazione di sbarco a Lampedusa della nave con i migranti.

Carola Rackete, che non sarà processata per direttissima, è accusata, riporta “Rai News”, di violazione dell’articolo 1100 del codice della navigazione (resistenza o violenza contro nave da guerra), che prevede una pena dai tre ai 10 anni di reclusione, e di tentato naufragio, previsto dagli articoli 110 e 428 del codice penale, sanzionato con la pena massima di 12 anni.

La Sea Watch è sotto sequestro probatorio, in attesa di convalida. Per effetto del Dl Sicurezza bis entrato in vigore lo scorso 15 giugno, potrebbe essere sequestrata amministrativamente dal Prefetto. La violazione delle norme contenute nel Dl Sicurezza Bis è stata contestata dalla Guardia di Finanza alla comandante della nave, all’armatore e al proprietario dell’imbarcazione, che dovranno pagare una sanzione di 16 mila euro a testa. I tre hanno la possibilità di fare ricorso al Prefetto di Agrigento o, in alternativa, dovranno pagare entro 30 giorni dalla data di notifica delle sanzioni. Se non faranno né l’una né l’altra cosa entro i termini previsti, la sanzione potrà essere aumentata fino a un massimo di 50 mila euro.

VirgilioNotizie | 30-06-2019 09:07

Sea Watch, Carola Rackete arrestata: le accuse e cosa rischia Fonte foto: Ansa
,,,,,,,