,,

All'esame di maturità con la pistola: "Dovete promuovermi"

È successo nel Lodigiano, ad avvertire i carabinieri una professoressa di chimica. L'arma è poi risultata essere scarica

“Scusatemi per questo gesto, ma dovete promuovermi”. Un ragazzo di 18 anni si è presentato davanti alla commissione nel giorno del suo orale dell’esame di maturità, impugnando la vecchia pistola del nonno. L’episodio, raccontato dal Corriere della Sera, è avvenuto all’Itis Cesaris di Casalpusterlengo, nel Lodigiano, in una delle prime zone rosse scattate per via del coronavirus.

Il ragazzo avrebbe puntato l’arma prima contro la presidente di commissione e poi, a turno, verso ognuno dei componenti del collegio.

“Vi chiedo scusa – avrebbe detto con voce ferma –, ma io oggi devo assolutamente passare l’esame”. Poi ha depositato la pistola sul banco davanti a sé, in segno di minaccia, scatenando il panico.

Una docente interna, professoressa di chimica, avrebbe però prontamente preso possesso della pistola, allertando immediatamente le forze dell’ordine.

Dopodiché il 18enne avrebbe aspettato con calma l‘arrivo dei carabinieri e di un’ambulanza, che lo ha portato nel vicino ospedale di Codogno.

Le indagini sono affidate ai carabinieri, che stanno ricostruendo quanto è accaduto. Sul posto è arrivato anche il sindaco, Elia Delmiglio.

L’arma, una vecchia semiautomatica trovata dallo studente in cantina, era scarica.

Secondo fonti interne alla scuola, citate dal Corriere, lo studente avrebbe cominciato a dare segni di insofferenza nei confronti della didattica a distanza dall’inizio del lockdown.

Già da inizio marzo avrebbe cominciato a partecipare meno alle lezioni.

VirgilioNotizie | 23-06-2020 17:25

Maturità 2020 tra mascherine e distanze: le immagini Fonte foto: Ansa
Maturità 2020 tra mascherine e distanze: le immagini
,,,,,,,