,,

Scontri no green pass, botta e risposta Lamorgese-Meloni alla Camera

Botta e risposta alla Camera dei Deputati tra il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese e la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni

Botta e risposta alla Camera dei Deputati tra il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, in occasione di un Question Time legato a un’interrogazione di Fdi sugli scontri alla manifestazione No green pass a Roma di sabato.

Luciana Lamorgese ha dichiarato: “La scelta di procedere coattivamente nei confronti di Giuliano Castellino, che si è messo in evidenza per il deciso protagonismo soprattutto nell’intervento a piazza del Popolo, quando ha espresso la volontà di indirizzare il corteo verso la sede della Cgil, non è stata ritenuta percorribile dai responsabili dei Servizi di sicurezza, perché in quel contesto c’era l’evidente rischio di una reazione violenta dei suoi sodali con degenerazione dell’ordine pubblico“.

Castellini: le parole choc

“Portateci da Landini o lo andiamo a prendere noi”. Così Giuliano Castellino, leader di Forza Nuova, si è rivolto ad alcuni operatori di polizia dopo che i manifestanti, sabato a Roma, erano riusciti a sfondare il cordone e raggiungere la sede della Cgil. Il dettaglio è emerso dalla richiesta di convalida dell’arresto avanzato dalla Procura di Roma.

La reazione di Giorgia Meloni

L’affermazione del ministro dell’Interno ha scatenato la pronta reazione di Giorgia Meloni, che nella sua replica ha detto: “Lamorgese dice che sapeva e non ha fatto nulla. Se fino a ieri pensavamo la sua fosse sostanziale incapacità oggi la tesi è più grave: quello che è accaduto è stato volutamente permesso e questo ci riporta agli anni già bui. È stato calcolo, siamo tornati alla strategia della tensione“.

Poi la leader di Fratelli d’Italia ha aggiunto: “La risposta di Lamorgese non è semplicemente insufficiente, ma offensiva delle forze dell’ordine: 7 agenti lasciati a prendere le bastonate davanti alle Cgil sono un fatto indecente e offensivo di quella gente e di questo Parlamento non fatto di imbecilli“.

Ordine pubblico: la riunione al Viminale

Al Viminale si è tenuta una riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduta dal ministro dell’Interno Luciana Lamorgese. Al tavolo, convocato dopo i disordini di piazza a Roma di sabato scorso, erano presenti i vertici di intelligence e forze di polizia.

Come riporta ‘Ansa’, l’obiettivo della riunione era quello di varare una stretta sulla manifestazioni affinché non degenerino, visto il clima di tensione montante legato anche all’obbligo di green pass per i lavoratori che entrerà in vigore il 15 ottobre. Sarà elevato il monitoraggio sulle chat di no vax ed estremisti vari che organizzano le proteste e ci sarà un rafforzamento delle misure di ordine pubblico per prevenire disordini.

Alla riunione hanno preso parte, tra gli altri, anche il sottosegretario all’Interno, Nicola Molteni, il Prefetto e il Questore di Roma.

VirgilioNotizie | 13-10-2021 16:18

Roma, no green pass di nuovo in piazza: scontri con la polizia Fonte foto: ANSA
Roma, no green pass di nuovo in piazza: scontri con la polizia
,,,,,,,