,,

Scissione Pd, Pinotti contro Renzi: il rischio per il Paese

La storica senatrice dem definisce la mossa di Renzi come "non utile" a portare il paese "fuori dal rischio di una destra pericolosa"

“Se Matteo Renzi si è sentito un intruso nel Pd mi dispiace e mi sorprende. È stato due volte segretario e presidente del Consiglio per i Dem, nessuno ha mai pensato fosse un intruso e non penso fosse nelle intenzioni di nessuno farlo sentire tale”.

Questo il commento di Roberta Pinotti, ex ministra della Difesa, senatrice dem, e prima in linea di successione alla presidenza del partito al posto di Paolo Gentiloni, sulla decisione di Matteo Renzi di staccarsi dal Pd e fondare una nuova entità: Italia Viva.

In un’intervista rilasciata a La Repubblica, Pinotti afferma che la scelta dell’ex premier le ha causato “dispiacere soprattutto. E non capisco e non vedo le ragioni politiche di questa scissione”. E aggiunge: “Frammentare il quadro è un elemento sbagliato e non utile. Io non lo avrei fatto. Non da solo”.

La scelta dell’ex leader dem l’ha toccata però anche su un altro piano: “C’è il dispiacere personale di vedere persone con cui si è lavorato fianco a fianco, andare via. Aggiungo che il Pd non è fatto per starci avendo tutti identiche posizioni. E poi è un partito contendibile. In questo congresso ha vinto Zingaretti. Al prossimo potrebbero vincere altri”.

La senatrice dem poi lancia un avvertimento a Renzi sul suo progetto futuro: “Non è utile al progetto comune di portare questo Paese fuori dal rischio di una destra pericolosa e anti europea, non è ancora scongiurato questo rischio“.

VIRGILIO NOTIZIE | 17-09-2019 19:47

Scissione nel Pd, chi seguirà Renzi e chi no Fonte foto: ANSA
Scissione nel Pd, chi seguirà Renzi e chi no
,,,,,,,