,,

Saviano, post su parto di Gesù fa ancora discutere: bufera social

Il post della natività dello scrittore ha scatenato i commenti, c'è chi lo accusa di blasfemia

Non si placano le polemiche, a due giorni dal Natale, per il post con cui Roberto Saviano ha voluto fare gli auguri ai suoi followers. Mai banale, lo scrittore e autore di Gomorra, ha postato un’immagine forte che ha fatto gridare in molti alla blasfemia.

Saviano la sera della vigilia di Natale, sul suo profilo Facebook ha postato un messaggio lungo in cui ha voluto sottolineare, a suo parere, l’umanità celata dietro l’immagine classica della natività: la Madonna vista come una “donna carica di una responsabilità troppo grande come tutte le madri”; San Giuseppe dipinto come un “padre spaventato e incerto come tutti i padri”; ed infine Gesù Bambino “nato povero, scaraventato nella vita senza chiederlo tra contrazioni, dolori e sangue”.

E se già le parole vanno oltre quello che ci raccontano i vangeli canonici della Chiesa, è l’immagine che accompagna il post ad aver creato più scalpore e proteste: una Madonna raffigurata con le gambe aperte, in preda al dolore del parto, con il corpo di Gesù Bambino neonato, intriso di sangue, che viene partorito tra le mani di Giuseppe. Immagine che peraltro lo stesso algoritmo di Facebook ha giudicato troppo cruda tanto da avvertire gli utenti prima di poter aprire la foto.

Si sono da subito scatenati gli haters di Saviano ma anche alcuni suoi followers non l’hanno presa benissimo: “Tra chi ti segue con affetto, ci sono anche credenti come me, e scusami ma il dipinto che hai postato con tanta convinzione è irrispettoso verso di noi”; “Di cattivo gusto. Del resto non possiamo aspettarci proposte di bellezza proprio da tutti. Se le sembra una cosa normale pubblicare una immagine così, ci attendiamo una foto o un video di una sua parente nella stessa situazione”; “Per me sei fuori luogo! Penso che tu non abbia neppure mai assistito ad un parto ed a quanto dolore ed intimità servono in certi momenti. E questo è stato da sempre nella storia dell’umanità. Veramente di cattivo gusto”.

C’è qualcuno che però indomito e incurante della massa apprezza e ringrazia Saviano: “Oltre alle parole, apprezzo la scelta dell’immagine, realmente descrittiva di ciò che è una nascita: innanzitutto un coinvolgimento fisico e interiore di una donna”; “Che bella immagine che hai scelto, Roberto; lontana dagli stereotipi e prepotentemente vera. Come non amare questo Gesù uomo”.

VIRGILIO NOTIZIE | 27-12-2019 12:49

76th Venice International Film Festival Fonte foto: Ansa
,,,,,,,