,,

Saviano denuncia: "De Luca ha bloccato mia presenza a festival"

Lo scrittore Roberto Saviano ha accusato il presidente della Campania Vincenzo De Luca di aver bloccato la sua presenza al Festival di Ravello

Con un video pubblicato sui suoi canali social, Roberto Saviano ha lanciato un’accusa al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che, stando a quanto dichiarato dallo scrittore, avrebbe bloccato la sua presenza al Festival di Ravello, dove era stato invitato. Su ‘Twitter’, Saviano ha scritto: “Vincenzo De Luca blocca la mia presenza al Ravello Festival. Nessun problema, don Vicié, non ci sarò… arripigliateve tutt chell che è o vuost…”.

Cosa ha detto Roberto Saviano nel video

Il filmato di Roberto Saviano si apre con un’imitazione di Vincenzo De Luca, dallo scrittore chiamato “Don Vincenzo lo sceriffo“.

Nel video Saviano ha affermato: “De Luca considera la Campania una sua proprietà, il suo regno. Gli piacerebbe essere re di Napoli. Forse ci riuscirà, ma non ora”.

Ancora Saviano: “Sono stato invitato al Festival di Ravello. Il Cda propone gli ospiti e il Cdi, cioè il comitato di indirizzo, composto da figure politiche, li rilegge”.

E poi: “De Luca non vuole e quindi non andrò al Festival di Ravello”.

Roberto Saviano ha anche sottolineato che la sua presenza al Festival di Ravello sarebbe stata a titolo gratuito.

La chiosa finale dello scrittore, citando la serie tv ‘Gomorra‘: “Nessun problema Don Vicié, arripigliateve tutt chell che è o vuosr. Nun tenete pensier’”.

Festival di Ravello: Antonio Scurati si è dimesso

Con una lettera inviata al Consiglio di Amministrazione della Fondazione Ravello, lo scrittore Antonio Scurati ha rassegnato le dimissioni lasciando la presidenza della stessa.

Le sue parole riportate dal ‘Corriere della Sera’: “Mi sono bastati, purtroppo, pochi giorni per accertare che i soci fondatori della Fondazione Ravello non rispettano la libertà intellettuale e ignorano i valori della cultura. Da uomo di cultura e, soprattutto, da uomo libero, scelgo di rassegnare le mie dimissioni dalla carica di presidente. Le dimissioni, spontanee e irrevocabili, hanno valore immediato”.

Come riferito dal ‘Corriere della Sera’, la decisione di Scurati è dovuta al netto dissenso nei confronti del “socio fondatore”, ossia la Regione Campania, guidata da Vincenzo De Luca.

Alla base delle dimissioni ci sarebbe proprio l’ingerenza di De Luca nelle scelte di Scurati, che ha inserito nella programmazione due talk show, uno con Roberto Saviano e l’altro col ministro della Salute Roberto Speranza, entrambi sgraditi, per motivi diversi, al presidente della Regione Campania.

VirgilioNotizie | 18-06-2021 23:05

Saviano e De Luca Fonte foto: ANSA
,,,,,,,